Cefalonia mi ha estasiata. Letteralmente.

Alla partenza in traghetto da Nydri, a Lefkada, non sapevo bene cosa aspettarmi. Se si pensa alla Grecia, si è soliti ricollegare il ridondante luogo comune: abitazioni e locali bianchi e blu, bouganville che decorano i vialotti acciottolati, gyrosterie, il sirtaki nelle orecchie e tanto mare e tanta storia. E tanti turisti nervosi come mosche.

E insomma sì, credevo proprio di trovare tutto questo.

Invece Cefalonia mi ha contraddetta. Cefalonia non è un luogo comune, non è come tutte le altre. Sarà che ci son stata a metà Settembre, quando almeno il fattore turisti-nervosi-come-mosche è prossimo allo zero. Sarà che mi aspettavo un’isola popolata e popolosa.

Cefalonia è stata una sorpresa.

Arrivando con il traghetto, guardavo da lontano questo pezzo di terraferma gremito di vegetazione, non si scorgeva una strada. Ero convinta che non fosse Cefalonia, piuttosto un’isola disabitata lasciata lì nel mar Ionio. Studiavo la mappa ma non riuscivo a trovare un nome all’isola che vedevo, se non proprio… Cefalonia!

Ebbene sì: Cefalonia è un’isola impervia, montagnosa, folta di boschi, di pini neri, di cipressi. Un’isola con il mare più bello che io abbia mai visto.

Un’isola con strade quasi alpine che attraversano borghi sperduti, strade che digradano fin giù alla costa. Un’isola con pochi villaggi, ma graziosi, intervallati da chilometri di foresta.

Approdata a Fiskardo ho iniziato la mia ricerca su cosa vedere a Cefalonia: ho scoperto che non ha un grandissimo patrimonio storico culturale, piuttosto riserva meraviglie naturalistiche senza precedenti, tra cui Myrtos, una delle spiagge più belle del Mondo.

In questo post voglio parlarvi proprio di cosa fare a Cefalonia: spiagge, attività, villaggi, natura ed un po’ di storia. Un consiglio: noleggiate assolutamente un’auto o una moto. Molte località sono raggiungibili solo autonomamente, tramite strade scomode ed impervie, dove gli autobus non arriverebbero mai!

Cosa vedere a Cefalonia: tour completo
Cosa vedere a Cefalonia: tour completo
Assos – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo

Cosa vedere a Cefalonia: le spiagge.

La peculiarità di Cefalonia è proprio il mare. E le spiagge disseminate nell’isola sono veramente tante. Ovunque vi si trovano bellissime spiagge simili a piccole oasi di pace. Non potendo fare un chilometrico elenco, vi segnalo le imperdibili:

  1.  Myrtos Beach è in assoluto la spiaggia più bella di Cefalonia. O meglio, è stata inserita nella classifica delle spiagge più belle del Mondo. Meravigliose falesie aspre di montagna abbracciano, a valle, una spiaggia di sabbia fine bianca. Ma oltre allo scenario naturalistico, ciò che fa di Myrtos la spiaggia più bella è proprio il colore del mare: un azzurro che non so descrivervi, così vivace che era quasi accecante. Ero così felice e colma di emozione. Vi assicuro che le mie immagini sono assolutamente senza filtri. Nel post dedicato alla spiaggia di Myrtos vi spiego come arrivarci.

  2.  Antisamos è un’altra spiaggia molto bella che vale la pena vedere, con sabbia bianca fine, un mare turchese e rigogliosa vegetazione intorno. Qui sono state girate alcune scene del film “Il mandolino del Capitano Corelli”, con Penelope Cruz e Nicholas Cage che ripercorre la storia dell’eccidio di Cefalonia. Vi si arriva molto facilmente da Sami.

  3. Skala e Poros. Skala è uno dei villaggi di Cefalonia molto ben conservato nonostante i due recenti terremoti che han compromesso le architetture dell’isola. Qui a Skala, nel versante sud est, vi è una meravigliosa spiaggia, a tratti libera, a tratti in concessione. Durante le ore più calde del giorno, si può fare un salto nella pineta antistante la spiaggia: è molto rilassante ed è l’ideale per godere di qualche ora di fresco. La spiaggia è fatta di sabbia e ciottoli. A poca distanza da Skala, Poros è un’altra località balneare molto suggestiva e amata dai viaggiatori.

  4. Kaminia si trova sempre nelle immediate vicinanze del villaggio di Skala. Ha sabbia finissima, ha spiagge sia libere che attrezzate, è molto selvaggia perché poco artefatta, e soprattutto è la spiaggia ideale per incontrare le tartarughe caretta caretta che qui depongono le uova.

  5. Limenia è la spiaggia più wild di quelle citate sopra. Poco turismo di massa, pace e tranquillità. Limenia si trova a sud dell’isola, ad un’oretta da Argostoli. Da vedere!

    Myrtos – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo
    Myrtos – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo
    Myrtos – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo

    Panoramica di Antisamos – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo

Cosa vedere a Cefalonia: i villaggi.

Cefalonia ha pochi villaggi, ma deliziosi. Posso consigliarvene qualcuno:

  1. Fiskardo si trova all’estremo Nord di Cefalonia ed è l’approdo dei traghetti che arrivano da Lefkada. Fiskardo è un piccolo borgo di pescatori rimasto indenne al terremoto del 1953. Un lungo viale ornato da bouganville accompagna vicoli colorati, locali e ristorantini curati nei dettagli, il porto dove sono attraccate sia le barchette dei pescatori che i lussuosi yatchs dei turisti. Fiskardo è l’ideale per trascorrere una mezza giornata, dal tardo pomeriggio a sera. Sia ad est che ad ovest si trovano due tranquille spiagge raggiungibili facilmente anche a piedi.

  2. Assos è uno di quei luoghi di Cefalonia che più mi ha stupita. Arrivandoci, e guardandola da su, Assos è praticamente costruita su una grande penisola che si staglia nel mare. Casette colorate, un mare da paura, falesie e montagne a far da padrone tutt’intorno. La chicca? Un castello del XVI secolo costruito dai veneziani per avvistamento e difesa, oggi in rovina. Assos è l’ideale per una mezza giornata, per un bagno ed un caffè.

  3. Argostoli è la capitale di Cefalonia. Fu fondata dai Veneziani nel diciottesimo secolo, ma nel 1953, a seguito del terribile terremoto che colpì l’isola, gran parte delle costruzioni neoclassiche son state distrutte. Argostoli dunque appare architettonicamente moderna. Da vedere, il Museo Archeologico ed il Museo del Folclore, il Duomo, le Mura Ciclopiche, la chiesa di San Spiridione, il faro di San Teodoro. Ad Argostoli si trova il monumento ai caduti italiani della divisione di Acqui, che commemora l’eccidio compiuto dai tedeschi contro i soldati italiani a seguito dell’armistizio del 1943.

  4. Sami è il centro portuale più importante di Cefalonia. E’ anche un meraviglioso borgo marinaro dove concedersi una passeggiata al tramonto tra locali, ristorantini, negozietti di souvenir e musica. Negli immediati dintorni di Sami, da vedere, la Grotta di Melissani (di cui ti parlerò a breve), la grotta i Dogarati ed il Monastero di Agrillion risalente al diciottesimo secolo, dove fu ritrovata un’icona di Maria -Aghia Tetochos-. Proseguendo, sono visibili le rovine dell’antica Sami. Una spiaggia molto bella vicino Sami, oltre ad Antisamos, è Agia Efimia.

    Assos – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo
    Cosa vedere a Cefalonia: tour completo
    Vicoli di Fiskardo – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo

    Panoramica di Argostoli – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo

Cosa vedere a Cefalonia: attrazioni naturalistiche.

Vi segnalo i posti imperdibili:

  1. La Grotta di Melissani (o grotta delle Ninfee). Si trova a metà strada tra Argostoli e Fiskardo. E’ stata scoperta nel 1951 ed è caratteristica perché in questa grotta si trova un lago, per metà salato, per metà dolce, oltre alla presenza di stalattiti e stalagmiti. Il gioco di luce dei raggi del sole sull’acqua è meraviglioso. A poca distanza da qui si trova la grotta di Dogarati, una meraviglia naturale lunga 100 metri suddivisa in due ambienti: il balcone reale, con tante stalattiti, e la stanza dell’apoteosi, che è molto simile ad un anfiteatro naturale. Qui nei periodi di alta stagione si organizzano eventi e concerti, l’acustica è favolosa.

  2. Ad Argostoli si trovano i Catavothres. Si tratta di un fenomeno geologico abbastanza raro consistente nella progressiva scomparsa del mare nel sottosuolo. Secondo uno studio seguito da alcuni ricercatori austriaci, a Cefalonia esiste un grande percorso sotterraneo che taglia l’isola in due. Se ne accorsero perché, gettando una sostanza colorante nella depressione, essa riaffiorò 14 giorni dopo dall’altra parte dell’isola.

  3. Il Monte Enos è alto oltre 1600 metri: non male per trovarsi su un’isola! Il Monte è stato dichiarato Parco Nazionale di Cefalonia, e conserva una flora e fauna molto particolare, come ad esempio la specie autoctona dell’Abies Cephalonica, un abete presente sul pendio del monte. Oltre ad uccelli, cavalli, tartarughe che vivono selvaggi. Per gli amanti di trekking ed escursionismo, il Monte Enos è l’ideale.

    Grotta di Melissani – Cosa vedere a Cefalonia: tour completo

Se avete un po’ più di tempo…

Vi consiglio di fare un’escursione giornaliera ad Itaca o a Zante.

Buon viaggio a Cefalonia!

Annalisa

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline