Vi ho da sempre raccontato dell’amore viscerale per la mia Puglia.

Si, Puglia, grande Amore.

Vi parlavo di come, ritornando da uno dei miei ultimi viaggi, guardavo l’atterraggio dall’oblò dell’aereo. E’ apparsa Bari, il suo porto, il suo chilometrico lungomare, la metropolitana di superficie. L’ho fotografata, l’ho filmata, ero presa da incomprensibile gioia ed emozione, nonostante stessi tornando a casa e non stessi partendo.

Eppure, dopo aver assaporato la cultura e le tradizioni di un’altra Terra, dopo aver toccato con mano altri luoghi e costumi completamente differenti, come una fagocita, tornare a casa è sempre sinonimo di riordino dei pensieri, di assimilazione, di sempre più nitida consapevolezza, e di mancanze di quel che si è vissuto. Tornare a casa e puntualmente rivedere Bari da su, il suo agro, i suoi campi, la sua costa, mi riempie sempre di affannata gioia.

Ho cercato di dare una spiegazione a questa mia quasi angosciosa sensazione di improvviso benessere mentre ritorno. Allora mi son messa nei panni di chi parte. Ma non per un viaggio, o una vacanza. Non di chi parte per ritornare. Ho pensato a tutti gli studenti che per anni sono costretti a vivere altrove, per permettersi studi migliori. A chi non trova lavoro e parte nella speranza di un futuro più dignitoso.

All’Amara Terra Mia cantata da Modugno. Ed ho capito perché.

Puglia genuina, sapore di tradizioni, di mani rugose che impastano, che lavorano, che tramandano. Puglia che ti siedi a tavola e devi mangiare dalla prima all’ultima pietanza. Puglia dalla calorosa accoglienza. Puglia dagli anziani con i capelli d’argento che sono libri di storia e di consigli di vita.

Un quadro dai colori forti, un paesaggio rurale con gli ulivi millenari, in armonioso contrasto con la calce bianca dei suoi borghi immacolati, impreziosita dai colori vivaci dei fiori e dei piccoli dettagli, dei vasi e delle sculture in ceramica, testimonianza di secoli e secoli di tradizione manufatturiera. Vicoli e stradine rupestri nelle quali perdersi, archi, trulli, jazzi, angoli che nascondono vita.

Preparando le orecchiette; Photo Credits: @instaterrestre – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥

Terra dai grandi e piccoli porticcioli pescherecci.

Si vedono ancora i pescatori tessere le loro reti. Le barchette le vedi lì, in fila indiana, una accanto all’altra, tutte colorate, o adagiate su di un lato. Come a voler presuntuosamente prendere parte al panorama, insistentemente protagoniste di fotografie e di condivisione mediatica. Puglia delle arti e dei mestieri, delle sagre del cardoncello, dei calici nei borghi antichi e delle feste popolari, a ritmo di pizzica salentina.

Puglia che brama di storia, di cattedrali e di castelli dall’anima misteriosa, di secoli di mescolanza tra messapici, bizantini, svevi, aragonesi. Puglia terra di mare, contesa tra Jonio e Adriatico.

Ecco, oggi torno a parlarvi di Puglia, e voglio farlo proprio parlandovi delle sue meravigliose spiagge. Distribuite su ottocento chilometri di costa, variegate, sabbiose, rocciose, e con fondali divini. E poi ditemi se questo non è un valido motivo per gioire al rientro da un viaggio!

 Spiagge di Puglia: il Gargano.

La particolarità del Gargano è la presenza di baie e calette distaccate dal manto stradale e dalle città, che rendono il tutto più selvaggio e avventuroso.

La mia spiaggia del cuore è la Baia di Vignanotica. La sua particolarità è l’armonia dei colori che crea la macchia mediterranea: una spiaggia di ciottoli colorati contornata da alte falesie in calcare bianco che sprofondano nel mare cristallino. A coronare le falesie, una folta e selvaggia vegetazione. I gabbiani, a riva e all’orizzonte, pavoneggiano la loro invidiabile libertà. Un luogo dove sentirsi in completa armonia con la natura.

Adiacente alla baia di Vignanotica c’è Baia delle Zagare, chiamata anche Baia dei Mergoli, rinomata per i suoi due faraglioni, l’arco di Diomede e Le Forbici. La Baia delle Zagare è raggiungibile in canoa da Vignanotica, oltrepassando una serie di grotte e calette nascoste, o a piedi mediante un sentiero sterrato. E’ sempre molto affollata, ma la location è meravigliosa. Queste due baie sono adatte a chi cerca l’avventura ed un’oasi più naturalistica.

Baia di Vignanotica – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥
Baia delle Zagare – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥

Un luogo dove ho letteralmente lasciato un pezzo di cuore è l’arcipelago delle Isole Tremiti. Mi son tuffata in acque turchesi immacolate, ho scoperto una terra incontaminata, ho gustato calde pietanze Mediterranee ma multietniche. Ho ammirato il Sole far capolino tra le scogliere del Cretaccio al tramonto, seduta sulle antiche mura della fortezza di San Nicola; ho scoperto un Mondo a sé, circondato da un mare divino. Vi si può arrivare in elicottero da Foggia o da Vieste sorvolando tutto il Gargano o in nave da Termoli, Vasto, Vieste, Rodi Garganico, Peschici e Capoiale.

Altra rinomata eccellenza del litorale garganico, soprattutto dopo che Max Gazzè ne ha cantato la sua leggenda, è la spiaggia di Pizzomunno, a Vieste. La leggenda narra che il giovane pescatore Pizzomunno s’innamorò perdutamente della bella Cristalda, seppur ammaliato dalle sirene quando la notte usciva per mare. Le sirene, irritate dal fedele amore del pescatore per la fanciulla, una notte rapirono Cristalda trascinandola sul fondo del mare e incatenandola. Il giovane, disperato, si pietrificò trasformandosi nell’imponente faraglione che si erge sulla spiaggia. La spiaggia è sabbiosa, il fondale cristallino. La spiaggia si trova sul lungomare di Vieste, da dove si può facilmente accedere al centro del paese, è ideale per famiglie e per chi vuole alloggiare in centro.

Una chicca è anche la spiaggia di Manaccora, a 15 Km da Peschici, sabbiosa, immersa nella vegetazione, con il fondale basso e l’acqua cristallina, ed il “Grottone”, una grotta tutta da scoprire.

Isole Tremiti, panoramica dall’elicottero – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥

Spiagge di Puglia: il litorale Barese e Brindisino.

Nella zona del litorale barese non si può non citare Polignano a Mare e la sua favolosa Lama Monachile (o Cala Porto), una spiaggetta di ciottoli incastonata tra due scogliere. Lama Monachile è la cala più fotografata di Polignano. Si trova nel centro del paese, a ridosso del suo pittoresco centro storico, quindi è molto comoda per la vicinanza a locali, bar e ristoranti.

Verso Monopoli, Porto Verde è raggiungibile tramite un percorso nella natura che ha i tipici colori della macchia mediterranea, la spiaggia è sabbiosa ed è “protetta” da pareti rocciose che formano, sul fondale, delle meravigliose grotte. Proprio per la bellezza del suo fondale è la prediletta per gli appassionati di subacquea e snorkeling.

Rotolando verso sud, costeggiando l’interna Valle d’Itria, si passa per la Riserva Naturale di Torre Guaceto. Acque cristalline, spiagge dalla sabbia finissima, un paesaggio incontaminato da strutture e attività antropiche, ed una indiscussa protagonista: la torre aragonese costruita a difesa dalle incursioni dei pirati saraceni.

Polignano a Mare – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥

Spiagge di Puglia: il Salento.

E’ risaputo: in Salento vi è la maggiore concentrazione di spiagge rinomate per la loro bellezza a tratti caraibica. E nonostante per il resto della Puglia non ci sia nulla da dire, il litorale salentino sia Jonico che Adriatico va per la maggiore nella scelta delle mete dei viaggiatori.

Partirei con il consigliarvi una spiaggia quasi primitiva, Porto Selvaggio. La natura incontaminata, un abbraccio tra i suoi cromatismi più autentici, il mare di un blu quasi fosforescente che abbraccia la pineta, il profumo della brezza marina mescolato agli odori del bosco e gli scogli: questa è Porto Selvaggio, adatta per i più “avventurieri” e meno amanti del comfort.

Ci aggiungerei la Grotta della Poesia, uno spettacolo naturale che si trova a Roca Vecchia. Una cavità alta 4 metri molto simile al cratere di un vulcano, con acqua cristallina al suo interno. Qui è molto frequente trovare gente che all’interno vi si tuffa, dal momento che l’acqua è abbastanza profonda e vi è il ricambio tramite un tunnel che sfocia nel mare aperto. Vi è anche una scaletta per risalire su.

Baia dei Turchi, vicino Otranto, è una delle spiagge con l’acqua più trasparente di Puglia, che si è aggiudicata bandiera blu per le acque pulite. Sabbia fine bianca, colori meravigliosi ed un accesso alla spiaggia tramite una profumata pineta. Si dice sia in assoluto la spiaggia più bella di Puglia… cosa invidiare ai Caraibi?

Sicuramente, se avrete fatto più ricerche, avrete sentito parlare anche delle Maldive del Salento. Si trovano a Marina di Pescoluse, occupano circa otto chilometri di costa e sono costituite da dune di sabbia bianca fine, acque cristalline, isolotti sparsi qua e là nel mare e tanta, tanta gente: è una delle spiagge più rinomate del Salento. Come anche Punta Prosciutto, inserita in un’area naturale marina e ideale per windsurf, immersioni ed uscite in barca a vela. Poco distante dalla sovraffollata Gallipoli, invece, si trova Punta della Suina, un miscuglio di rocce e sabbia abbracciata da una pineta in cui potrete trovare bancarelle handmade e artisti di strada.

Grotta della Poesia. – Photo Credits @luigimartina – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥
Porto Selvaggio – Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥

Spiagge di Puglia: dove soggiornare?

La Puglia offre una stragrande varietà di alloggi, dai più rustici ai più comodi, ai più stravaganti. Degli esempi? Dalla usuale casa vacanze, ai b&b con terrazze sul mare; dalle case sugli alberi, a stanze nei castelli, ai cottage, agli attici, alle fattorie; dalle case galleggianti ai classici hotel per famiglie, a campeggi, a capanne, a chalet.

Ma dove trovarli? I semplici portali di ricerca non rimandano quasi mai a questo tipo di alloggi o comunque hanno dei prezzi sempre non compatibili con il nostro budget. Io ho scoperto Holidu : è semplice e veloce trovare l’alloggio che può più rispecchiarvi tra oltre otto milioni di proprietà provenienti sia dai migliori offerenti in rete, sia dalle agenzie locali, al miglior prezzo del web.

Come? Grazie ad un sistema di confronto prezzi che permette di risparmiare fino al 55% sulla stessa struttura nello stesso periodo. Le strutture disponibili vengono mostrate in base ai criteri e ad i filtri impostati da chi cerca. 

Perché spendere di più?

Un tour per le spiagge più belle di Puglia ♥

Spero che questo post possa esservi stato utile.

Per qualsiasi cosa potete scrivermi!

Annalisa.

 

[ Questo è un post redatto in collaborazione con Holidu ]

 

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline