Nell’Europa Sud-Orientale,

tra il bacino del Mar Nero ed il Mar Mediterraneo, si estende un Paese che, aldilà degli effimeri pregiudizi sociali, trasuda storia, arte e cultura: parlo della Romania. Una terra gremita di rovine, chiese, città Medievali, capolavori architettonici e antiche fortezze che le conferiscono un’atmosfera cavalleresca e senza tempo. La Romania cela luoghi misteriosi e carichi di storia, tanto che alcune delle migliori destinazioni sono state scelte dall’Unesco e sono state inserite nella lista dei siti del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Con più di venticinque gemme architettoniche splendidamente conservate (e restaurate), un viaggio in questa ricca terra sazierà sicuramente lo storico che è in voi. È per questo che ho scelto di viaggiare on the road per la Romania, e ne sono stata piacevolmente sorpresa e appagata. Vi riporto un elenco di alcuni siti riconosciuti dall’UNESCO che non dovete assolutamente perdervi.

Monastero di Horezu.

Capolavoro dell’architettura Brancovenesti, il Monastero di Horezu è una sorta di combinazione fra arte tradizionale rumena, bizantina e veneziana.

Fondato nel 1690, è rinomato per i suoi dettagli scultorei e per la sua ricchezza, perché ospita affreschi, dipinti murali e icone del diciassettesimo secolo. Il Monastero di Horezu si trova in Valacchia, nella Romania Meridionale. In treno, la stazione più vicina è Ramnicu Valcea.

Chiese in legno di Maramures.

Nella regione di Maramures, nella Transilvania Settentrionale, è situato un gruppo di oltre cento chiese ortodosse famoso come una delle migliori destinazioni da visitare in Romania.

La leggenda narra che i vari sovrani stranieri di questa città non permisero alla popolazione locale di costruire chiese in pietra e che quindi questi ultimi, spinti da insormontabile fede, dovettero realizzare cappelle, santuari e chiese interamente in legno affinchè potessero dedicarsi alla loro dottrina.

Fortezze dacie dei monti Orăștie

(Sarmisegetusa Regia).

Le Fortezze di Sarmizegetusa Regia sono in assoluto il luogo più affascinante della Romania. Migliaia di turisti raggiungono questo misterioso luogo durante tutto il periodo dell’anno. Enigmatiche, surreali e quasi nascoste, le fortezze si trovano vicino alle città di Hateg e Deva.

Questo sito è un grande esempio di fusione di architetture e tecniche militari e religiosi risalenti al periodo del I secolo a.C. Qui, tra i fitti boschi della Transilvania, pulsava il cuore del Regno dei Daci, indomiti soldati che proteggevano le sei cittadelle circostanti, rendendo impenetrabile l’accesso al nemico.

Centro storico di Sighisoara.

Spesso chiamata la capitale Sassone della Transilvania, Sighisoara è una graziosa cittadina medievale fondata dai mercanti tedeschi con quasi 500 anni d’età alle spalle, portati splendidamente. Strategica dal punto di vista commerciale, Sighisoara è il luogo di nascita di Vlad III l’impalatore, l’uomo che ispirò Bram Stoker per la creazione dell’immortale personaggio del Conte Dracula, ospita ogni anno festival di arti ed antichi mestieri insieme a musica rock e molti spettacoli teatrali.

Monasteri dipinti di Bucovina.

Situato nel nord-est della Romania, il monastero dipinto di Bucovina è uno dei siti più fotografati della Romania. Le pareti esterne di questa chiesa sono decorate con elaborati affreschi dell’arte bizantina del XV e XVI secolo. Questi capolavori pittorici hanno un’importanza religiosa di elevato valore simbolico. Gli interni sono ancora più belli, arricchiti da dipinti e disegni che mostrano una superba giustapposizione di colori.

Se desiderate visitare alcuni di questi luoghi, TripHobo può aiutarvi mentre siete in viaggio. TripHobo è uno dei servizi di pianificazione viaggi più completi sul web, che consente ai viaggiatori di scegliere tra oltre novantamila diverse attività ed esperienze in diverse città sparse per il mondo, per godersi in tempo reale il luogo in cui si soggiorna.

Annalisa.

[Questo è un post sponsorizzato, in collaborazione con TripHobo.]

13 Comments

  1. Ho inserito Bucarest nella mia lista dei desideri, ma andrebbe messa tutta la Romania: le tue foto lo testimoniano 😊

  2. Non conoscevo questi tesori della Romania. Bellissime immagini per un viaggio da fare assolutamente.
    Maryd

  3. Ma sai che proprio a Horezu ci sono stata per uno youth exchange? E’ un paesino davvero piccolo dove, tra due mini-market, qualche casa, i negozietti di ceramiche tipiche e un sacco di mucche, c’è questa perla di monastero. 🙂
    Mi sarebbe piaciuto visitare anche il monastero di Bucovina, so che il colore blu utilizzato per i mosaici ha un’origine misteriosa… Almeno così mi hanno raccontato i miei compagni di viaggio rumeni. Ah, quanto adoro la Romania! Vorrei tanto tornarci per la terza volta…

  4. Ilgustoinviaggio Reply

    Mio dio che luoghi meravigliosi e poi i monasteri dipinti uno spettacolo

  5. Hai ragione, infatti la Romania molto spesso viene sottovalutata. Io ad esempio non la prendo quasi mai in considerazione come metà di viaggio ed invece ha tanto da offrire.
    Mi sono innamorata dei monasteri dipinti

  6. le tue foto m’incuriosiscono e mi affascinano al tempo stesso, la Romania è un paese che non tengo mai in considerazione e ogni volta me ne pento, ma il prossimo viaggio sarà la prima della lista, grazie per i consigli e i meravigliosi appunti di viaggio!

  7. Ci sono stata per lavoro anni fa, ma non ho visto quasi nulla… peccato!

  8. come il precedente post sulla Romania, mi hai fatto venire voglia di visitare un paese che non avevo mai preso in considerazione.

  9. Sembrano paesini delle fiabe, soprattutto Sighisoara con le sue casette e strutture colorate! Che meraviglie in Romania!

  10. Sai che mi hai lasciato senza parole, non pensavo che ci fossero tutte queste cose da vedere…me ne sono innamorata! C’è veramente molto da visitare in Europa….poi non conoscevo TripHobo, andrò a curiosare!
    R.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline