Mi avevano descritto Malta come una tipica destinazione da teenagers post diploma, dove ci sono solo discoteche, locali, mare, e niente più. Una di quelle mete dove ci vai solo per divertirti, per andare in vacanza.

Insomma l’avevo scartata a priori.

Poi si fiondò ai miei occhi un’offerta Ryanair appetibilissima, frequentavo l’università, ero una fuorisede, avevo tanto tempo a disposizione e pochi euro nella tasca: scelsi di spendere dieci euro in meno per le uscite serali da matricola, investendoli piuttosto in un volo aereo.

Volevo solo prendermi un brevissimo periodo di pausa dagli esami universitari, e pensai che Malta, dai racconti che avevo sentito, sarebbe potuta essere la distrazione che cercavo. E così fu: partii per Malta.

Partii senza aspettative, con aria di sufficienza. Fu la miglior cosa: quando toccai con mano la realtà, fu tutta un’altra storia. Altro che divertimento, distrazione e svago, io a Malta ci ho trovato storia, cultura, tradizione, e bellezza. Altro che aria di sufficienza: a me, è rimasta nel cuore.

In un mio scorso post vi parlavo di cosa vedere a Malta in pochi giorni.

In questo post, invece, voglio parlarvi di Comino, l’isolotto annesso a Malta conosciuto per le sue meravigliose acque turchesi e per la Laguna Blu: dopo una visita di Malta, l’escursione in questo posto meraviglioso non deve assolutamente mancare.

Nonostante non ami particolarmente i luoghi di mare dove “poltrire” in spiaggia ed in acqua, Comino mi ha regalato sensazioni molto positive.

E’ un luogo molto isolato e solitario in bassa stagione (io ci sono stata a Maggio), quasi desertico, dove potersi concedere lunghe passeggiate tra mare e pietra.

Ho respirato natura incontaminata, lontana da traffico, folla ed inquinamento luminoso e rumoroso: ed i suoi colori brillavano alla luce del sole, non erano cupi o opachi, o anneriti dallo smog.

Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese
Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese

Comino e la Laguna Blu: il paradiso Maltese.

Comino è la terza isola per grandezza dell’arcipelago maltese delle isole calipsee, insieme alle sorelle Gozo e Malta, e si trova nel Mar Mediterraneo.

Il nome “Comino” deriva dal cumino, una pianta di finocchio che in maltese è chiamata kemmuna, che tempi addietro era l’unica specie che riusciva a sopravvivere sul suo terreno arido e spoglio.

Qui ci vivono solo tre abitanti, non ci sono automobili e vi è un solo hotel. Annessa a Comino, a cento metri di distanza, vi è Cominotto, un altro isolotto molto piccolo.

Tra Comino e Cominotto vi è la Laguna Blu, meglio conosciuta come Blue Lagoon: le acque di questa laguna sono turchesi ed immacolate, oltre che calme e trasparenti: altro che Caraibi! Immaginate che per preservare questa bellezza e custodirla nel tempo, la laguna è stata chiusa al passaggio delle imbarcazioni nel 1993.

La visita a Comino e alla Laguna Blu è pane per i denti degli appassionati di snorkeling, windsurf, vela, sub.

Anche per gli appassionati di trekking ci sono molti sentieri fruibili dove camminare, scoprendo scorci molto belli e curiosità dell’isola, come la Torre Santa Maria, una torre di osservazione risalente al 1600, e la Cappella del Ritorno di Nostra Signora d’Egitto, una chiesetta risalente anch’essa al 1600.

Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese
Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese
Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese

Comino e la Laguna Blu: quali spiagge?

Nonostante durante i mesi estivi sia presa d’assalto dal turismo di massa per la sua immane bellezza, Comino possiede, nei suoi due chilometri e mezzo di estensione, delle calette sconosciute agli occhi dei turisti one day che preferiscono assaporarsi solo l’affollatissima spiaggia della Laguna Blu.

Le spiagge di Comino sono prevalentemente rocciose e aride, ma concedendosi un po’ di trekking, difatti, si possono scovare paradisi eguagliabili alle spiagge caraibiche, come la Baia di San Nicola e la Baia di Santa Maria, con spiagge di sabbia bianchissima e fina e fondali bassi.

Nella parte sud ovest dell’isola invece vi è Ras I Irieqa, una scogliera alta quaranta metri con annesse grotte subacquee che regala scorci meravigliosi.

Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese

Comino e la Laguna Blu: come arrivarci da Malta?

Ci sono due modi per arrivare a Comino da Malta.

Il primo è quello di affidarsi a tour operator locali che organizzano escursioni a Comino e a Gozo in giornata: solitamente passano a prendervi direttamente dall’hotel dove alloggiate, vi portano al molo e dopodiché vi imbarcate per le isole minori.

Il secondo è quello di arrivare autonomamente a Cirkewwa  ed acquistare il biglietto per il traghetto al prezzo di 8 euro a tratta. Il biglietto del traghetto solitamente contiene anche la visita alle Grotte di Santa Maria, al rientro.

Nelle acque di Comino e della Laguna Blu: è qui il paradiso Maltese

Buona scoperta!

Annalisa

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline