Abruzzo, quanta meraviglia celi.

Avevo ricordi sfuocati di giornate di sole nel Parco Nazionale, su sentieri sterrati con mamma e papà, cercando di scovare il cervo o lo scoiattolo, o magari l’orso in tutta quella verde prateria. Mi ricordavo vagamente i risvegli a Pescasseroli, aprivo la finestra e guardavo le montagne, respiravo l’aria pulita e fresca, sognavo di abitare, un giorno, in una di quelle casette con il tetto con le tegole in cotto. Quanto mi piaceva.

Allora avevo pochi anni e poca consapevolezza, ma quella natura così viva, quel palesarsi ai miei occhi senza indugio, ha lasciato le impronte nel cuore di una terra sacra, di una terra viva, di una terra bellissima che merita rispetto, tanto rispetto.

Così a distanza di più di vent’anni, ho deciso di ritornarci, con il mio compagno Marcello e con la piccola India, per reimmergermi in quello stato di benessere che quelle terre e quell’infinita distesa naturale mi avevano donato in età infantile.

In questo post voglio darvi un’idea per un ipotetico itinerario in Abruzzo di quattro giorni tra tanta natura, attività e sapori autentici.

Potete dividervi le giornate come meglio volete, in base alle distanze. Vi riporto una mappa con l’itinerario che propongo.

Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Itinerario in Abruzzo di quattro giorni: Pescasseroli e Opi.

Son tornata in Abruzzo proprio ripartendo da Pescasseroli: un delizioso borgo di poco più di duemila abitanti nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, incastonato negli Appennini.

Un importante centro turistico ed una località nevralgica perfetta per scoprire anche i dintorni. Il pavimento acciottolato nel borgo antico, le viuzze con lo scorcio sulle montagne e sui boschi centenari, il fiume Sangro che scorre imperterrito tra le rocce, il profumo dei fiori di tiglio che inebria le vie. Le casette con il tetto a tegole in cotto, la natura: tanta natura.

Oltre ad un giro nel borgo antico, ricco di tanti piccoli particolari, qui si può visitare il centro di recupero di animali: un’area protetta dove vengono ricoverati gli animali in difficoltà che non sono più in grado di vivere da soli in natura. Cervi, istrici, lupi, pecore, lontre, caprioli e, a volte, orsi. L’ingresso è gratuito.

Per gli amanti della neve, Pescasseroli offre la stazione sciistica Orsa Maggiore, a tre chilometri dalla città. Noi ci siamo andati per far divertire un po’ la piccola, prendendo la seggiovia triposto (costa dieci euro): il panorama, da su, è spettacolare. La valle che accoglie Pescasseroli è meravigliosa, con colori tenui, una folta vegetazione che sposa l’azzurro del cielo. Per informazioni su impianti e piste vi invito a visitare il sito web Sciare a Pescasseroli.

Opi, invece, è un piccolissimo borgo medievale ad otto chilometri da Pescasseroli, classificato tra i borghi più belli d’Italia. Poco più di quattrocento abitanti ed un belvedere mozzafiato sui colori del Parco Nazionale. Passeggiateci liberamente, per i saliscendi, fermatevi a fare un caffè e a chiacchierare con i vecchietti del posto. Perdetevi, scopritela: i vicoletti intrecciati, i tetti tegolati che si susseguono, la natura tutt’intorno. E’ poesia.

Pescasseroli – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Pescasseroli – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Sulle piste dell’Orsa Maggiore – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Sulle piste dell’Orsa Maggiore – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Itinerario in Abruzzo di quattro giorni: i cammini della Val Fondillo e della Camosciara.

Per gli amanti del trekking, in Abruzzo vi è una grande scelta di sentieri immersi nella più pura natura, dove ci si può sentire in totale armonia con gli elementi. E’ questo quello che abbiamo provato: libertà, beatitudine, benessere mentale e fisico, un senso di totalità con le montagne ed i suoi sacri suoni. Vi consiglio due cammini bellissimi.

La Riserva Integrale della Camosciara è uno dei più incantevoli sentieri di trekking che si può percorrere assieme a quello della Val Fondillo. Si trova tra i comuni di Opi, Villetta Barrea e Pescasseroli e deve il suo nome alla cospicua popolazione di camosci d’Abruzzo che qui si è stabilizzata.

Vi sono diversi sentieri in quest’area, ben segnalati.

Il più battuto, il G6, di circa 5 chilometri (a/r), si può percorrere anche con il passeggino. Si snoda tra le rocce calcaree dei monti Capraro e Sterpi d’Alto, appartenenti ai Monti Marsicani. Tra faggete, foreste fitte di pini neri, ruscelli e cascate, passeggerete nella pace dei sensi, fino ad arrivare a due cascate: la cascata delle Ninfee, e la cascata delle Tre Cannelle. Potete parcheggiare il vostro mezzo nell’area camper (solitamente il posteggio costa 4 euro) e proseguire a piedi oppure, se avete dei bambini al seguito, potete prendere il trenino della Camosciara o una carrozza trainata dai cavalli che attraversano tutto il percorso fino ad arrivare all’anfiteatro della Camosciara, dove ci sono due bar per il ristoro.

Per più informazioni vi invito a leggere il post specifico sul trekking in Camosciara.

Camosciara – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Camosciara – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Camosciara – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Camosciara – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

L’area della Val Fondillo si trova tra i comuni di Opi e Barrea. Anch’essa fornita di un’area parcheggio, di un punto ristoro (dove poter deliziare il palato con arrosticini e primi piatti deliziosi!) e di un servizio di noleggio biciclette o di passeggiate a cavallo.

Ci sono anche qui diversi sentieri percorribili, circa 17! Noi, avendo la piccola al seguito, ci siam muniti di marsupio (non è fattibile altrimenti!) e abbiamo percorso il sentiero F2, che dal punto ristoro si snoda per le Grotte di Fondillo, per il ponte tibetano, per la cascata di Acquasfranatara e la Grotta delle Fate, per un totale di circa 12 chilometri a/r. Le vedute sono immacolate.

Alcuni scelgono di arrivare fino al Passo dell’Orso, noi non ci siamo arrivati perché ripido e difficoltoso, con la bambina non è stato fattibile. Per più informazioni vi invito a leggere il post specifico sul trekking in Val Fondillo.

Val Fondillo – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Val Fondillo – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Val Fondillo – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Itinerario in Abruzzo di quattro giorni: Villetta Barrea, Civitella Alfedena e Barrea.

A pochissimi chilometri da Pescasseroli potrete dedicarvi all’animal watching, oltre che alla caccia di borghi deliziosi incastonati tra le montagne. Noi in quattro giorni abbiamo incontrato un sacco di tenerissimi animali, che nella mia terra è impossibile incontrare!

Prima di elencarvi i must to see, vi svelo una curiosità. Dappertutto si trovano dei cartelli, dei segnali e dei manifesti per la sensibilizzazione al rispetto dell’orso marsicano. Purtroppo ne sono rimasti solo 50 esemplari in tutto il parco nazionale, di cui pochissime femmine: è bene rispettare il vademecum di comportamento nel caso in cui doveste incontrare uno di questi maestosi esemplari: guidare ad un massimo di 70 km/h, non dare cibo, non cercare di fermarsi per fotografarlo.

A Villetta Barrea, se passeggiate in paese o negli immediati verdi dintorni, potrete incontrare i cervi, che gironzolano liberi ed indisturbati. Il loro passo nobile ed elegante vi stupirà.

Civitella Alfedena invece è famosa per i branchi di lupi che vivono liberi nelle sue aree verdi. Qui vi è anche una riserva protetta del lupo dove vivono alcuni lupi che, avendo bisogno d’aiuto, sono stati recuperati dall’uomo e curati.

A Barrea nella bella stagione potrete starvene un po’ al lago a rilassarvi, a fare un giro in canoa, un bagno, un giro in bicicletta.

Villetta Barrea – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Barrea – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Itinerario in Abruzzo di quattro giorni: Scanno.

Scanno è bella, di un fascino che lascia il segno.

Il susseguirsi di casette in pietra, i tetti in tegolato, le stradine inerpicate, gli scorci sul lago e sulle montagne, le cimmose (le scale da un’abitazione all’altra), le oreficerie del paese. E poi i deliziosi dolciumi tipici scannesi, i mostaccioli e il pan dell’orso. Curiosando nelle varietà artigiane del posto, troverete la “presentosa”, un ciondolo a forma di rosone che i suoceri donano alla futura sposa nel giorno della sua promessa di matrimonio, e l’ “amorino”, donato sempre alla futura sposa come buon auspicio per la protezione della famiglia.

Non perdetevi il famoso Lago di Scanno: il lago a forma di cuore! Potete fare un giro in pedalò, un bagno, un picnic, un trekking per arrivare fin su e guardare la sua forma di cuore incastonata nel verde. Non ve ne pentirete.

Scanno – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Itinerario in Abruzzo di quattro giorni: Sulmona.

Ultima tappa prima di rientrare: Sulmona, la città del confetto. Dopo aver visitato piccoli borghi montanari, sentieri boschivi, laghi, e riserve naturali integrali, Sulmona è la città che vi consiglio di visitare per concludere in bellezza il vostro itinerario in Abruzzo in quattro giorni.

Sulmona è la patria del confetto, che viene creato davvero nelle più disparate forme e colori. Si presume che le prime ricette risalgano al quindicesimo secolo, ma addirittura che l’arte del confetto sia partita dalla mente dei romani. Le mandorle utilizzate nei confetti di Sulmona sono di qualità eccelsa, senza farine e amidi. Provate ad assaggiarne uno, vi sarà sicuramente offerto da uno dei negozietti del corso.

Vi è un museo completamente dedicato al confetto: una storia della tradizione.

Qui potrete fare una passeggiata tra le sue vie centrali, entrare nelle botteghe, ammirare l’acquedotto romano, curiosare nelle chiese e nel duomo. E se avete un giorno in più, salire a bordo della Transiberiana d’Italia! Per un buon pranzo tipico vi consiglio vivamente il ristorante Il Canestro, in Via Dorrucci 13.

Sulmona – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Sulmona – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Sulmona – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Dove dormire a Pescasseroli?

Proprio per rimembrare i tempi d’infanzia andati, abbiamo pernottato a Pescasseroli, in un hotel completamente immerso nel verde, con la veranda e le finestre affacciate sulle montagne. Ci siamo orientati su un hotel family friendly, cosicché da disporre di tutti i servizi che ci sarebbero stati comodi o necessari, e cosicché la bimba potesse giocare in compagnia di altri bambini.

Parlo dell’Hotel Iris, un’accogliente realtà a conduzione familiare a qualche minuto dal centro città, che offre pulite e minimali camere moderne e servizi ottimali per le famiglie, come la mezza pensione e l’animazione.

La piccola chiacchierata con Rossella, la figlia dei titolari, è bastata per capire l’amore che la loro famiglia ci mette da trent’anni nella gestione di questo posto.

Un salotto accogliente, ampio, caldo, luminoso, con grandi vetrate che mostrano le sagge montagne. Un angolo bar dove soffermarsi dopo cena. Pietanze squisite, tipiche locali, a chilometro zero, accompagnate da un buon Montepulciano d’Abruzzo. Risvegli lenti e al sapore di dolci fatti in casa, brioches fragranti, marmellate bio ed un buon tazzone fumante di caffè. Animatori simpatici e coinvolgenti, che propongono escursioni o invitano i bimbi a giocare in ludoteca.

Hotel Iris – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Hotel Iris – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Hotel Iris – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli
Hotel Iris – Scoprire l’Abruzzo: itinerario di quattro giorni da Pescasseroli

Cosa può desiderare di più una famiglia in vacanza tra le montagne?

Buon viaggio in Abruzzo!

Annalisa

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline