Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere e cosa fare tra mare, natura, borghi ed esperienze indimenticabili. Guida completa.

Mi piace molto gironzolare per la Calabria. Ci torno sempre, appena possibile.

La trovo una terra versatile, fatta di mare e di montagne, di buona cucina e di… lentezza.

La vita lenta: questo è l’elemento che apprezzo più di tutti, che mi ricorda sempre un po’ la terra dove ho le radici, la mia Puglia. Le strade piccole contese tra mare e borghi di montagna, i panni stesi ad asciugare al vento, le acque cristalline del mare, le pietanze iper condite e saporite, i tetti spioventi, i vecchietti seduti alle panchine a guardare la vita del paese che scorre.

Quello che mi sento di consigliarti assolutamente è di visitare la Calabria con il tuo mezzo o prendendo un’auto a noleggio dall’aeroporto di Lamezia Terme, ottimo punto di snodo per il Nord e per il Sud della Calabria. Questo perchè, come potrai intuire, i collegamenti non sono efficienti e neanche troppo frequenti.

Ultimamente abbiamo fatto un tour di 4 giorni in Calabria tra mare e montagna, preferendo la parte nord occidentale, sul litorale -e nell’entroterra- tirrenico. In pochi chilometri c’è così tanto da fare, da vedere e da godere! In primis la Riviera dei Cedri è bellissima.

In questo articolo dunque troverai tutti i consigli utili su cosa vedere in Calabria Nord Occidentale in 4 giorni.

Buona lettura!

Praia a Mare – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere

Scopri Praia a Mare e vai in kayak all’Isola di Dino.

Ti consiglierei di iniziare da Praia a Mare il tuo tour di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale.

Praia a Mare è una delle località più accoglienti per il viaggiatore, sia per le sue spiagge che per le bellezze naturali che offre. Le sue acque sono state premiate per sei anni di fila con la Bandiera Blu, come anche le sue spiagge son state premiate con la Bandiera Verde Spiagge per ben sette anni. Le acque sono cristalline, le spiagge sono a piccoli ciottoli di origine vulcanica.

Il litorale presenta molti lidi e strutture balneari, dunque se stai cercando una spiaggia libera a Praia a Mare ti consiglio sicuramente Punta Fiuzzi, una lingua di sabbia molto lunga posizionata di fronte la meravigliosa Isola di Dino.

L’Isola di Dino è proprio uno dei luoghi da vedere assolutamente in Calabria, o meglio, da vivere. Raggiungendola in barca o in kayak, avrai modo di scoprire le sue grotte marine meravigliose, tra cui la rinomata Grotta Azzurra e la Grotta del Leone. Le grotte sono splendide e l’acqua è così turchese da sembrare illuminata. Un tempo l’Isola di Dino era luogo di vedetta, oggi è culla di una macchia mediterranea rigogliosa dove hanno trovato habitat ideale alcune piante rare come la primula di Palinuro e la palma nana. Nei fondali dell’Isola di Dino si possono trovare le gorgonie, rari esemplari scoperti da Enrico e Rosaria Gargiulo nel 1990.

A Praia a Mare, da non perdere è il Santuario della Madonna della Grotta, un luogo di culto scavato nella grotta, davvero molto suggestivo.

Isola di Dino – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere

Fai un trekking ed un bagno all’arcomagno di San Nicola Arcella.

Una delle tappe da non perdere in Calabria è sicuramente l’Arcomagno di San Nicola Arcella.

Un luogo suggestivo, magico, che crea dei giochi di luce ed ombre davvero belli. L’Arcomagno è, appunto, un arco che quasi protegge una piscina naturale marina dalle acque turchesi. Non ha punti di ingresso facili, dunque potresti arrivarci prendendo un pedalò dalle spiagge vicine, in kayak o in barca, oppure tramite un piccolo sentiero di trekking di circa venti minuti (non riparato dal sole).

Attenzione, però. Negli ultimi anni è stato preso d’assalto dal turismo di massa tanto che gli ingressi sono stati contingentati. A partire da Luglio 2022 il ticket da pagare per visitare la spiaggia dell’Arcomagno è di 3 euro a persona con riduzione a 1,50 euro per gli under 12. L’accesso in spiaggia è possibile solo per venti minuti. Il punto vendita si trova in prossimità della scalinata di Marinella.

Arcomagno di San Nicola Arcella – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere

Fai rafting sul Fiume Lao nella Valle del Lao.

Fare rafting è una delle esperienze più adrenaliniche che abbiamo fatto nella Valle del Lao, nel Parco Nazionale del Pollino. L’acqua e la natura incontaminata sono i due elementi principali di questa esperienza. Una full immersion nel benessere mentale e fisico.

Si arriva a Laino Borgo (il cui nome deriva proprio da Lao) al Lao Rafting, sede in cui si lasciano i propri effetti personali per “vestirsi” con l’attrezzatura in dotazione. A seconda della temperatura dell’acqua, si indossa la muta o il costume da bagno con il giubbotto di salvataggio.

Accompagnati da un istruttore, dopo un briefing di venti minuti si sale a bordo di un gommone muniti di pagaia, per attraversare le rapide del fiume Lao in uno dei canyon più belli di tutta Italia, in un paesaggio fatto di sola natura selvaggia.

Ci sono diversi percorsi di rafting a seconda del tempo che si ha a disposizione e dell’allenamento fisico, potrai scegliere il rafting soft della durata di un’ora, il rafting canyon che dura tre ore, il rafting stop and go che dura quattro ore con pranzo incluso in area dedicata, il full day che dura sei ore con pranzo incluso ed il rafting di due giorni che comprende anche la notte in tenda ed il canyoning.

Marcello che fa rafting sul Fiume Lao – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere

Scopri il parco della lavanda di Morano Calabro.

Nell’entroterra calabro, più precisamente a Morano Calabro, alle pendici del Parco Nazionale del Pollino, dal 30 Giugno al 10 Agosto potrai visitare il Parco della Lavanda.

Un campo molto grande dove la famiglia Rocco ha coltivato -dapprima in vitro, poi in terra- la loricanda, una tipologia di lavanda autoctona del Pollino che cresce tra i 900 ed il 1700 metri di quota e fiorisce nel periodo che ti ho indicato.

Qui potrai inebriarti nel profumo di lavanda, che sa’ di buono, di pulito, partecipando ad una visita guidata di quaranta minuti e conoscendo i vari tipi di lavanda che qui sono stati impiantati, con un colore che va dal viola al bianco. La parte finale della visita guidata si tiene nel laboratorio, dove viene mostrato come si prepara l’idrolato di lavanda e l’olio essenziale.

Nel parco vi è anche un piccolo shop dove poter acquistare tutti i prodotti a base di lavanda. Puoi leggere di più nell’articolo dedicato alla visita al parco della lavanda di Morano Calabro.

Visto che ci sei, ti consiglio anche una visita al borgo di Morano Calabro, davvero molto particolare.

Parco della lavanda – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere
Parco della lavanda – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere
Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere

Fai trekking nel Parco Nazionale del Pollino.

Se sei un amante dei trekking, nella zona Nord Occidentale della Calabria potrai trovare i Monti dell’Orsomarso, che formano l’ossatura orografica dell’area Sud del Parco Nazionale del Pollino.

Ci sono diversi sentieri di trekking molto belli dove trascorrere una giornata al fresco nella più pura ed incontaminata natura, di diversa difficoltà e dislivello. Puoi dare un’occhiata nell’articolo dedicato ai sentieri sui Monti dell’Orsomarso per scegliere quello che più si addice al tuo allenamento.

Scopri Diamante, il borgo a suon di murales.

Se stai viaggiando nella Calabria Nord Occidentale non puoi non visitare Diamante, il borgo dei murales.

Tutto si deve al pittore Nani Razetti, milanese ma diamantese d’adozione, che aveva un sogno: far arrivare a Diamante artisti provenienti da tutta Italia ed anche dall’estero per arricchire il tessuto urbano del borgo e dargli nuova vita. E così fu: nel 1981 qui arrivarono ben 82 artisti che, insieme a lui, realizzarono 86 opere. Ciò riuscì davvero a dare nuova linfa al turismo del piccolo borgo.

I soggetti dei primi murales erano legati soprattutto alla vita quotidiana di un tempo ed alle tradizioni. Diamante era un borgo di marinari ed artigiani e vennero raffigurati mestieri ed episodi religiosi. L’esecuzione di quel primo ciclo di opere, non rimase un episodio isolato perché, nel corso degli anni vennero organizzate nuove manifestazioni e cicli di murales.

I soggetti dei murales si sono evoluti con il passare degli anni e sono diventati sempre più attuali sia per l’uso di nuovi materiali sia per la scelta di temi contemporanei come l’immigrazione. È questo il tema di uno dei murales più belli ed emozionanti del borgo che vedete nella foto: il bambino migrante di Lino Ozon contro il razzismo. Ad oggi, le mura ospitano più di 300 opere.

Diamante – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere
Diamante – Itinerario di 4 giorni in Calabria Nord Occidentale, cosa vedere

Buon viaggio in Calabria!

Liz

*  *  *  *  *

Segui le nostre avventure su Instagram, in Italia e nel Mondo!

*  *  *  *  *

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Content creator, web writer, storyteller. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, ed i piccoli India e Tiago, i nostri figli.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *