Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro: tutte le informazioni utili e alcune  curiosità su Cipro Nord e Cipro Sud.

Il tempo sull’isola di Afrodite è trascorso così in fretta che soltanto adesso, ad un mese di distanza o quasi, mi sono accorta di non averne per nulla parlato, né sul blog che sui social, dove racconto sempre ogni mio -nostro- viaggio.

Così in questo piovoso pomeriggio novembrino ho deciso di scriverne, in preda alla nostalgia di quei luoghi carichi di natura, di mare e montagne fusi indissolubilmente.

Ma prima di stilare una lista su cosa vedere a Cipro, mi preme farti partecipe prima di cosa sapere prima di un viaggio a Cipro. Perchè questa non è un’isola semplice. Cipro non ha un trascorso lineare e questo si evince sin da subito.

E allora eccomi qui ad anticiparti qualcosa prima del tuo viaggio a Cipro. Tante informazioni e tante curiosità importanti per capire al meglio l’isola.

Buona lettura!

Panorami comuni a Cipro – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Venditori ambulanti – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro

Cipro è contesa tra due Stati: Grecia e Turchia.

Cipro è un’isola divisa in due. Una terra contesa tra due Stati: Grecia e Turchia.

Nel 1960 Cipro diveniva indipendente dalla Gran Bretagna. Poco dopo, la mescolanza di Greci e Turchi iniziò la sua storia travagliata, con una vera e propria guerra civile tra la minoranza turco-cipriota e la maggioranza greco-cipriota.

Dal 1974 a Cipro vi è una divisione di fatto: la Repubblica di Cipro, riconosciuta dall’UE, e la Repubblica di Cipro del Nord, non riconosciuta a livello internazionale ma soltanto dalla Turchia.

Il confine è netto, ben visibile anche nella capitale, Nicosia (o Lefkosia in turco), segnato con dei barili che dividono in due la città: la chiamano Linea Verde. Seppur divisa in due, l’isola oggi vive pacificamente con culture, religioni, lingue, monete diverse.

Come è netto il confine, così è la sensazione di catapultarsi da Grecia a Turchia solo sorpassando una linea di confine. A Nicosia, il passaggio di frontiera più affidabile sia a piedi che in auto è al Ledra Palace Hotel, tutti gli altri varchi in zona sono in continuo cambiamento.

Questa è la ragione per cui sull’isola vedrai molto spesso le indicazioni stradali scritte in due lingue o con due nomi.

Se stai organizzando il tuo viaggio a Cipro, ricorda che un’auto noleggiata a Cipro Nord non può varcare assolutamente la frontiera per Cipro Sud. Un’auto noleggiata a Cipro Sud può invece attraversare la frontiera mostrando il passaporto o la carta d’identità del guidatore, e pagando un’assicurazione in più. Le assicurazioni delle auto noleggiate nella Cipro greca, difatti, non coprono assolutamente pedaggi in zona turca.

Quello che ti consiglio è di noleggiare l’auto per esplorare la parte greca cipriota, mentre -per evitare perdite di tempo e problemi alla frontiera- puoi prendere parte ad un’escursione organizzata in giornata a Cipro del Nord. Sarà più semplice e meno stressante.

I rimasugli della colonia inglese a Cipro.

Anticamente, come ho già spiegato, Cipro è stata una colonia inglese, ragion per cui alcune usanze son rimaste per consuetudine.

Tra queste, la più importante riguarda la guida a sinistra. Se stai considerando l’idea di noleggiare un’auto a Cipro, ti consiglio di optare assolutamente per un’auto con cambio automatico, la più gettonata per i turisti, in quanto solo in questo modo non ti troverai a cambiare marcia con la mano sinistra.

Anche le prese sono all’inglese, perciò ti consiglio di portarti dietro un adattatore (anche se solitamente le strutture alberghiere ne sono dotate, magari puoi informarti prima mandando una e-mail in struttura).

Inoltre ogni tanto vedrai volare su di te elicotteri o aerei inglesi: a Cipro sono disseminate diverse basi militari inglesi.

Ultimo non per importanza, a Cipro vedrai tante villette in stile inglese: per il filo che li lega al passato (comunque recente) gli inglesi amano Cipro e molti hanno fatto di questa terra la loro villeggiatura estiva.

La spiaggia dei Bagni di Afrodite – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
In escursione verso la Blue Lagoon – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro

Com’è il mare a Cipro? Ecco le spiagge più belle.

Uno dei motivi per cui abbiamo valutato di viaggiare a Cipro è stato proprio quello della bellezza del suo mare. Avevamo letto tanto di quest’isola, fatto ricerche, ci eravamo informati. La cosa bella di Cipro -confermata poi dagli abitanti del posto- è che le temperature sono calde, dunque si può fare il bagno da Aprile a Novembre. Noi siam partiti a metà ottobre ed eccoci sguazzare nelle limpide acque cipriote!

Il mare è bellissimo, l’acqua è limpida e cristallina. Ovviamente non è dappertutto così, dipende sempre dai venti e anche dalla consistenza del fondale. Ma ci sono alcune spiagge che davvero non potevamo perderci, ed eccomi qui a scriverne e a consigliarne qualcuna. Una curiosità molto utile ed importante: a Cipro non esistono lidi, ma delle società di noleggio lettini e ombrellone: il prezzo medio è di 5 o 7 euro TOTALI per due lettini e un ombrellone. Very cheap 🙂

Tra le più belle spiagge di Cipro:

  • In assoluto, la Blue Lagoon. Si trova nella Penisola di Akamas, a Nord Ovest di Cipro. Questo posto mi ha ricordato le piscine naturali che ho visto nel Golfo di Orosei o le acque divine dell’arcipelago della Maddalena in Sardegna. Un luogo dove respirare Madre Natura a più non posso. Facendo parte di una riserva naturale protetta, la Blue Lagoon è selvaggia è non è attrezzata. E, soprattutto, è raggiungibile soltanto in barca o tramite una strada sterrata (che solitamente non è coperta dell’assicurazione delle agenzie noleggio, in quanto off road). Noi abbiamo optato per un’escursione in barca con Atlantis N, di circa tre ore. È stato rigenerante.
  • I Bagni di Afrodite. Anche la spiaggia dei Bagni di Afrodite si trova nella penisola di Akamas, ma è tranquillamente raggiungibile in auto. Si parcheggia dinanzi all’omonimo ristorante e si percorre una brevissima strada sterrata. La spiaggia è sabbiosa, con alcuni sassi sul fondale. L’acqua è bellissima. Se non fosse per il ristorante sovrastante, sarebbe un luogo selvaggio anche questo. Ma ne vale la pena far un salto qui, rilassarsi in spiaggia e poi andare a vedere i Bagni di Afrodite ed il giardino botanico, dove si narra che la dea incontrasse Adone.
  • Governor’s Beach merita una menzione a parte perché non è la semplice spiaggia. Se ti trovi dalle parti di Limassol ti consiglio di passare di qui per goderti il tramonto. Governor’s Beach è fatta di scogliere bianchissime (sembrano falesie) e di sabbia nera. Il contrasto rende il tutto molto, molto bello, soprattutto con le luci del tramonto, quando tutto si dora. L’acqua non è limpida proprio perché il fondale è scuro, ma è pulita.
  • Nissi Beach e Fig Tree Bay sono, per tanti, le spiagge più belle di Cipro. Noi abbiamo avuto qualche riserva. Nulla togliere al mare: letteralmente paradisiaco, adatto ai bambini perché il fondale digrada lentamente e le spiagge sono sabbiose, dunque molto comode. Ma -sarà che siamo sempre alla ricerca della componente naturale in maggioranza- per noi queste spiagge sono sì, belle, ma troppo, troppo, troppo battute dal turismo di massa, e dunque puoi immaginare la visuale: grandi palazzoni bianchi a perdita d’occhio, i bar sulla spiaggia uno accanto all’altro con musica sparata e soprattutto, la gente ammassata. Noi, a metà ottobre abbiamo fatto fatica a trovare un posto. Immagina nei mesi di punta. In ogni caso vale la pena “provare” anche solo per mezza giornata, solo per nuotare nelle acque divine.
  • Lara Beach è una riserva naturale importantissima per le tartarughe marine: oltre a rientrare tra le più belle spiagge di Cipro, Lara Beach è la casa di tante tartarughe marine che qui vanno a deporre le loro uova. Di tanto in tanto si trovano delle piccole recinzioni metalliche che custodiscono proprio le uova delle future tartarughine. Da inizio Giugno a fine Settembre bisogna stare molto attenti alle regole imposte dal Dipartimento di Ricerca Marina: nessun ombrellone nè lettino in spiaggia, non raggiungere Lara Beach con mezzi a motore, non sostare in spiaggia nella notte e non pescare.
Nissi Beach a Cipro – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Governor’s Beach – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Nissi Beach a Cipro – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Nella Blue Lagoon a Cipro – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro

Un cuore fatto di montagna, di arte, di vino!

Le montagne di Cipro sono i Monti Troodos, custodi di piccoli e graziosi borghi che si lasciano conoscere lentamente.

Uno di questi è Omodos, un borgo a circa 45 minuti da Paphos. Il paesaggio per arrivarci è davvero suggestivo, puntellato di vigneti e di tanto verde. Ad Omodos vale la pena perdersi nelle viuzze, visitare il Monastero Timios Stavros (che custodisce un pezzo della corda con la quale Gesù fu legato in croce) e fare una degustazione di vini in una delle oltre cinquanta aziende vinicole del borgo: hai letto bene! Alcune di queste, per pochi euro ti lasciano degustare molte tipologie di vino accompagnato da ottimi stuzzichini e dallo Zivania finale, il digestivo locale.

Tra le cime dei Monti Troodos c’è il monte più alto, il Monte Olimpo, 1900m e più dove i ciprioti in inverno vanno a sciare (che non è il Monte Olimpo degli Dei, che si trova invece tra Grecia e Macedonia).

I Monti Troodos sono meta indiscutibile di appassionati trekkers o mountain bikers perché hanno strepitosi percorsi nella natura, come le Cascate di Millomeris, che consiglio.

Inoltre, chicca finale imperdibile: questi monti custodiscono preziosi monasteri (disseminati in posti anche molto impervi), i cui affreschi sono divenuti Patrimonio dell’Umanità UNESCO. In totale sono dieci. Tra questi ti segnalo assolutamente la chiesa di S. Michele Arcangelo a Pedoulas. Interamente ed incredibilmente affrescato. Un altro monastero molto importante è quello di Kykkos.

Un suggerimento utile: non sempre le macchine a noleggio sono ideali per scoprire i Monti Troodos, data la grande quantità di salite che ci si trova a percorrere e date anche le strade a volte non proprio comode. Ti segnalo un comodissimo tour dei Monti Troodos in 4×4 che per un buon prezzo porta alla scoperta, in giornata, di Omodos, Cascata di Millomeris, Monastero di Kykkos e del Monte Olimpo.

La Chiesa di San Michele Arcangelo a Pedoulas – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Scene di vita quotidiana ad Omodos – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Un pezzo della corda della Croce di Gesù nel Monastero Timios Stravos – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
L’ingresso del Monastero Timios Stravos – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro

A Cipro puoi andare sulle tracce di Afrodite.

Si narra che Cipro fosse l’isola di Afrodite, nata poco distante da Pafos, emersa dalla schiuma di mare nelle acque vicine allo scoglio Petra Tou Roumiou che le fece da culla.

Inoltre ai Bagni di Afrodite potrai visitare la pozza d’acqua all’ombra di un albero di fico dove Afrodite incontrava il suo Adone, nel mezzo di un giardino botanico accessibile gratuitamente. I Bagni di Afrodite si trovano nella penisola di Akamas, non molto distanti dalla Blue Lagoon.

I siti archeologici di Cipro.

Cipro, ed in particolare Paphos, è rinomata per la storia che ha portato alla luce. Questo è uno dei maggiori motivi per cui Paphos è divenuta Patrimonio dell’umanità UNESCO nel 1980.

Nel 1962, un contadino stava arando il suo campo quando vennero alla luce dei reperti archeologici non di poco conto: quella fu la nascita del Parco Archeologico di Nea Paphos, tutt’oggi ancora in via di scavo, grazie al quale si è compresa l’origine di Nea Paphos, risalente al 7° secolo a.C.

Al suo interno sono custoditi tesori archeologici testimoni di anni di storia: l’Odeon, l’Asklepion, l’Agorà, la Casa di Dionisio, i mosaici conservati benissimo, il porto, le chiese, e, a qualche chilometro giù di lì (raggiungibile in auto), le Tombe dei Re, anche se a quanto pare nessun Re è stato seppellito qui, si tratta semplicemente di una necropoli 🙂

Le Tombe dei Re – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro
Le Tombe dei Re – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro

Non tornare da Cipro senza aver mangiato le mezè.

Non puoi tornare da Cipro senza aver assaporato la bontà delle mezè.

Mezè è l’abbreviativo di Mezedes, ossia piccole bontà. Si tratta di una tipicità cipriota imperdibile, una volta seduti alla tavola, o meglio, di un’esperienza degustativa vera e propria: ti vengono servite tante piccole terrine con diversi assaggini, sia a base di pesce che di carne, tutti deliziosi e a base di prodotti tipici locali.

Tra queste: polpettine fritte di ceci, hummus, pezzi di agnello nel sugo, insalata fredda di sottaceti, patate con la buccia, tzatziki, verdura in pastella, assaggini di varie parti di carne arrosto, diverse salsine, zuppette con verdura di stagione e chi più ne ha più ne metta.

Il bello delle Mezè è che vengono servite in ciotoline tutte colorate che rendono anche più piacevole l’esperienza.

Alcune mezè – Cosa sapere prima di un viaggio a Cipro

Buon viaggio a Cipro!

Liz

*  *  *  *  *

Segui le nostre avventure su Instagram, in Italia e nel Mondo!

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Content creator, web writer, storyteller. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, ed i piccoli India e Tiago, i nostri figli.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *