Da Lisbona all’Algarve, un’idea per il tuo viaggio in Portogallo: consigli utili, tappe intermedie, idea per un itinerario di viaggio perfetto tra cultura e spiagge più belle.

Saudade.

Quando ripenso alla mia prima volta in Portogallo, in una calda e accogliente Lisbona, mi sovvengono cimeli di giornate vissute intensamente. Tra il suono melanconico del fado che riecheggia nei stretti saliscendi di Baixa Chiado, il seducente profumo di cannella delle Pasteis de Nata lungo il viale che porta a Belem, la poesia dei tram gialli e rossi che s’inerpicano in minuscole stradine che poi si aprono in Miradouro sconfinati. Il tappeto di tegole rosse in terracotta che sposano cromaticamente l’azzurro Tago, le piazzette popolari di Alfama, i mercati rionali, la gente del posto. Gli azulejos che ornano edifici e facciate rendendo il tutto un po’ più… poesia.

Dopo Lisbona, gli anni successivi ho cercato di esplorare ancor più, di questa terra. Prima un viaggio ad Oporto, poi il Cammino di Santiago e, per ultimo un on the road da Lisbona all’Algarve.

Ed è proprio un viaggio itinerante quel che ti consiglio per scoprire al meglio questa terra. Arrivando in aereo, è possibile noleggiare un’auto direttamente presso l’aeroporto di Lisbona, a prezzi davvero convenienti. L’auto, rispetto al treno o all’autobus, concede una comodissima indipendenza, sia in orari che in tappe.

Se hai a disposizione almeno dieci giorni di viaggio, ti consiglio di crearti una “vacanza versatile” fermandoti in più località possibili: il Portogallo offre proprio questo. Puoi rilassarti nelle spiagge più belle dell’Algarve, fotografare strepitosi tratti costieri o visitare le meravigliose città che puntellano il tratto Lisbona – Algarve.

In questo articolo ti propongo un itinerario perfetto da Lisbona all’Algarve, passando per Evora e Faro e per le spiagge più belle dell’Algarve. Buona lettura!

Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo

Quando andare in Portogallo?

Sono stata in Portogallo in estate, autunno e primavera, e le temperature erano sempre abbastanza calde. Anche a fine Ottobre, ad esempio, ho trovato sole, sole, sole.

Se il tuo periodo di ferie è d’estate, considera che la zona meridionale portoghese, l’Algarve, viene presa d’assalto dal turismo di massa soprattutto nei mesi centrali.

Quindi io ti consiglierei di provare l’ebbrezza della mezza stagione: Maggio, Giugno, Settembre ed Ottobre sono ottimali se preferisci un viaggio più intimo.

Partire da Lisbona: cosa vedere.

Se atterri a Lisbona ed inizi il tuo viaggio da qui, puoi iniziare a pianificare l’itinerario leggendo la mia guida pdf su cosa vedere a Lisbona. Una città che per me è poesia. Non riuscirei a descriverla diversamente.

Lisbona è la capitale europea posta più ad Occidente e che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Questo è un vantaggio, per Lisbona, perchè la luce che la accarezza regala cieli quasi sempre azzurri e tersi e al tramonto le case si tingono di rosa, ocra, viola. Che spettacolo.

Simboli della città, che l’hanno contraddistinta in tutta Europa, sono i famosi tram gialli, con i quali potrai visitare i punti più importanti della capitale del Portogallo. Io ho adorato anche vagare senza meta sui tram scoprendone le periferie ed i quartieri meno frequentati.

Uno dei luoghi che ho maggiormente a cuore è il quartiere dell’Alfama, il più antico della città, un intreccio di vicoli tortuosi, stradine acciottolate e scalinate che portano ai “miradourus“, ovvero alle terrazze panoramiche che si affacciano sul Tago. Qui il tempo sembra essersi fermato e la modernità pare non aver avuto ancora la possibilità di scalfire quel suo aspetto grezzo, ma altamente affascinante. Autentico.

Altro luogo bellissimo da non perdere è il Castello di Sao Jorge, posto sul colle più alto di Lisbona, da cui è possibile godere di un panorama mozzafiato sulla città.

Al centro di Lisbona, poi, lasciati travolgere dal vortice di Praca do Comercio, la piazza più grande di Lisbona, dove un tempo i mercanti commerciavano i prodotti esteri e si organizzavano le spedizioni per la scoperta di nuovi mondi. In questa piazza potrai sederti a gustare uno dei saporitissimi piatti di pesce fresco che offrono i vari ristoranti.

E, altra tappa sia culturale che culinaria imperdibile è Belem: ti consiglio una passeggiata al tramonto in questo quartiere, scoprendone il suo castello, con il sole che dora le mura, e fermandoti a far merenda nella bellissima Pasteis de Belem per assaggiare i buonissimi pasteis de nata accompagnati da un caffè.

Ovviamente Lisbona non è visitabile in un solo giorno. Per scoprirla bene sono necessari almeno quattro giorni. Se hai poco tempo ti consiglio di optare per un free tour di Lisbona in italiano. Se hai un giorno in più, non perderti una passeggiata nel Barrio Alto, una visita alla Chiesa do Carmo, il Monastero dos Jeronimos o un’escursione in bus in giornata a Cabo da Roca, Sintra e Cascais.

Lisbona – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo
Lisbona – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo
Lisbona – Lisbona – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo

Da Lisbona all’Algarve passando per Evora.

Visitata Lisbona, potrai continuare a viaggiare scoprendo una delle città più belle del Portogallo, dichiarata Patrimonio dall’UNESCO: Evora.

Per arrivarci, percorrerai svariati chilometri su un’autostrada incorniciata da distese di erba e da campi coltivati.

Arrivato ad Evora, avvertirai subito lo stile, quasi arabo, delle case colorate e delle terrazze merlate. Ti consiglio di visitare la Cattedrale romanica, nella piazza principale, e al cui interno è conservato un affascinante chiostro. Anche il Tempio Romano di Diana è uno dei luoghi qui imperdibili, le cui 14 colonne corinzie in marmo sono riuscite a conservarsi in maniera egregia per ben diciotto secoli.

Evora ti catapulterà nello stile rinascimentale, misto a quello medievale e arabo, che testimoniano la sua grande ricchezza culturale. Se hai poco tempo e mastichi del buon inglese, ti segnalo il free tour di Evora.

Evora – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo
Evora – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo
Evora – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo

Le più belle spiagge dell’Algarve dove rilassarsi (e dove fare surf) .

Terminata la visita a Evora, potrai poi proseguire il viaggio per arrivare, finalmente, alle spiagge dell’Algarve.

Quello che mi ha affascinata di questa magica regione costiera è stato il paesaggio: maestose falesie a strapiombo sul mare, grandi spiagge dal colore oro ed il piacevole contrasto con il blu intenso dell’Oceano.

La più rinomata tra queste spiagge, dunque una delle più frequentate, è sicuramente Praia de Marinha che, a sua volta, nasconde una serie di splendide baie incastonate tra le scogliere. Si trova a pochi chilometri da Lagoa.

Proprio da questa spiaggia inoltre, parte il Cammino delle Sette Valli, un percorso di 6km di trekking che arriva sino alla spiaggia di Centeanes, attraversando baie meravigliose dai panorami incredibili. Percorrendo il Cammino delle Sette Valli supererai la Grotta di Benagil, una delle grotte più belle (e conosciute) dell’Algarve. In questa grotta non si può scendere, si può raggiungere soltanto con tour in kayak o tour in barca. È sempre molto affollata ma è bellissima.

In tal proposito ti segnalo, ad un prezzo vantaggioso, l’escursione che unisce il trekking guidato sul Cammino delle Sette Valli ed il giro in barca nelle grotte di Benagil, con pick-up dal tuo hotel e aperitivo incluso: un’escursione 2 in 1 davvero super!

Vicino Albufeira, a circa dieci chilometri, c’è invece un’altra spiaggia pittoresca, Praia da Falesia. Già dalla cima del parcheggio noterai il paesaggio, fatto di mare, scogliere modellate dal vento e dai pini marittimi. Una cornice meravigliosa dove rilassarsi.

Praia da Falesia – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo
Grotta di Benagil – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo

Alcune delle spiagge più belle dell’Algarve che ho particolarmente amato sono, inoltre, Praia dos Tres Irmanos e Praia do Camilo. Entrambe sono spiagge abbastanza comode per i bambini. La prima, vicino Lagos, è molto interessante per tutte le grotte e le caverne da esplorare. La seconda, vicino Portimao, è molto selvaggia, in un contesto naturale molto interessante. Si raggiunge scendendo duecento scalini. Vicinissima a Praia do Camilo consiglio anche Ponta da Piedade, una caletta molto bella con formazioni rocciose modellate dal vento che al tramonto si dorano. È proprio al tramonto che consiglio una escursione in barca o un tour in kayak.

Se sei un amante del surf non puoi farti mancare la visita a Lagos, la località più frenetica e giovanile dell’Algarve, che conta numerosi locali e punti di ritrovo per la sera oltre che tantissime scuole di surf. Per fare surf consiglio la Praia do Tonel, o la località Meia Praia.

Il paese che invece regala il panorama più bello di tutto l’Algarve è Sagres, un piccolo villaggio da cui si raggiunge facilmente l’affascinante promontorio di Cabo de São Vicente, dove vi è il faro da cui ammirare un tramonto mozzafiato sull’Oceano, che mi ha emozionata.

Ponta da Piedade – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo
Un surfista in Algarve – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo

Faro e la sua unicità.

Faro è la “capitale dell’Algarve”. Ti consiglio di fare una passeggiata tra i suoi vicoli: per me è stata una scoperta, è una piccola e tranquilla cittadina che è stata ricostruita dagli arabi dopo che la città romana preesistente è stata distrutta da un violento terremoto.

Varca l’Arco do Repouso e inizia a scoprire la città vecchia, la Cidade Velha: le case basse, i tetti tegolati, le piastrelle sulle facciate. Il pavimento acciottolato, le mura a volte scorticate a volte dai colori sgargianti, i tavolini dei bar, la Cattedrale del Sè, l’Igreja do Carmo ed il porto al tramonto. Una delle esperienze più belle a Faro, per me, è stata assistere ad uno spettacolo di fado portoghese: quelle note cariche di malinconia, ma al contempo così dolci e armoniose, mi hanno trasportata in un’altra dimensione.

Se hai più tempo, ti consiglio un giretto al Parco Naturale di Ria Formosa, una delle meraviglie naturali del Portogallo, fatta di paludi, fauna ed avifauna che qui han trovato l’habitat ideale. Questo luogo è un’oasi di pace e di silenzio. Ne varrebbe la pena anche trascorrerci un paio d’ore nel pomeriggio, anche per una breve navigazione in barca a poco prezzo.

Faro è inoltre famosa per l’avvistamento dei delfini liberi in mare: io mi sono emozionata tantissimo!

Faro – Da Lisbona all’Algarve, itinerario per il tuo viaggio in Portogallo

Buon viaggio in Algarve!

Liz

*  *  *  *  *

Segui le nostre avventure su Instagram, in Italia e nel Mondo!

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Content creator, web writer, storyteller. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, ed i piccoli India e Tiago, i nostri figli.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *