Cosa vedere a Ruvo di Puglia, la guida completa su cosa visitare e dove dormire a Nord di Bari in Puglia.

Se durante il tuo tour in Puglia hai in programma di spostarti a Nord di Bari, non tralasciare una visita di Ruvo di Puglia, autentico gioiellino dell’entroterra barese.

Questo piccolo borgo vanta due fiori all’occhiello che la rendono celebre: la Cattedrale, considerata uno dei più importanti monumenti chiesastici di tutta la Puglia con il suo patrimonio ipogeo, nonché uno dei maggiori esemplari di romanico pugliese, e il Museo Archeologico Nazionale Jatta, che custodisce una collezione di oltre duemila esemplari di ceramiche apule, tra i quali il vaso di Talos, considerato uno dei più importanti capolavori ceramografici attici esistenti al mondo.

Perditi tra le viuzze del nucleo antico, intrise dalla storia millenaria raccontata da palazzi cinquecenteschi, come Palazzo Caputi che ospita al suo interno la Casa comunale della cultura. Lasciati affascinare dalla veduta sulla città dalla Torre dell’Orologio, visita la Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea all’interno dell’ex Convento dei domenicani dove potrai ammirare le opere di Domenico Cantatore, illustre pittore ruvese, e di altri pittori meridionali del XX secolo.

Varca i portali delle innumerevoli chiese, tra le quali spicca quella intitolata a San Michele Arcangelo, eretta per volere di San Francesco d’Assisi, di passaggio da Ruvo di Puglia.

Se stai per visitare Ruvo di Puglia nel periodo natalizio, sei fortunatissimo. Non perderti assolutamente il festival delle luminarie Luci e Suoni d’Artista, annoverato nel 2019 dal portale Fanpage.it tra le 12 luminarie più belle d’Italia! Le sculture, composte da materiali semplici come carta e legno, arricchite da istallazioni audio e video, sono realizzate dalle mani degli stessi cittadini attraverso laboratori guidati da designer, artigiani e maestri cartapestai.

Alcune delle luminarie di Ruvo – Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa
Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa

Se invece stai per visitare Ruvo di Puglia nel periodo primaverile o estivo, approfittane per goderti la natura ed i paesaggi mozzafiato che offre il Parco Nazionale dell’Alta Murgia: la vista di distese di campi di grano e boschi di roverella, intervallati da numerose masserie e tipici jazzi (come lo Jazzo del Demonio e la sua secolare quercia), antichi tratturi contraddistinti da labirintici muretti a secco, dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità, le strane ma incantevoli creazioni della natura come la cava di bauxite di Spinazzola in cui sembra di camminare su Marte, la visita ai patrimoni culturali importanti come il Castel del Monte allieteranno le vostre passeggiate ed escursioni ciclistiche.

La storia e le tradizioni di Ruvo di Puglia, ma soprattutto dei ruvesi, sono indissolubilmente legate al culto del Cristianesimo: secondo la leggenda, nel 44 d.C. Ruvo di Puglia vide sorgere la propria diocesi cristiana proprio per volere di San Pietro, il quale nominò primo vescovo San Cleto, futuro terzo papa.

I primi cristiani ruvestini si riunivano in una cisterna che fungeva da catacomba e da luogo di culto, la Grotta di San Cleto ancora oggi visitabile, dove fu scolpita nella pietra una statua in onore del santo. E’ probabilmente grazie a queste profonde radici che i riti della Settimana Santa, sono considerati tra i più belli e caratteristici dell’intera regione tanto da essere annoverati tra gli eventi del patrimonio immateriale d’Italia.

Se dovessi capitare a Ruvo di Puglia in questo periodo non puoi certamente perderti la suggestiva processione notturna della deposizione di Cristo dalla Croce, meglio conosciuta come gli Otto santi che la notte del Giovedì santo chiama a raccolta centinaia di fedeli e curiosi, assiepati nella gremita Piazza Castello, così come il corteo dei Misteri del Venerdì santo. Nel giorno di Pasqua, durante l’aperitivo, potrai inoltre goderti lo spettacolo dello scoppio delle Quarantane: la secolare tradizione vuole che durante la notte del martedì grasso, vengano appese in diversi angoli del paese, delle bambole aventi sembianze di anziana signora; queste simboleggiano il periodo di astinenza e di penitenza, e veglieranno il paese per tutto il periodo quaresimale fino al giorno di Pasqua quando, al passaggio della processione del Cristo Risorto, tra l’esultanza cittadina, avviene il rito-spettacolo dello scoppio.

Tra gli eventi a Ruvo di Puglia della tradizione, meritano menzione altre due manifestazioni alle quali la comunità risulta particolarmente legata: il Talos Festival, evento di musica jazz di grande spessore che si svolge solitamente nella prima metà di Settembre e che vanta la partecipazione di artisti di caratura internazionale, e la Sagra del Fungo Cardoncello, che avviene solitamente durante la prima metà di novembre, dedicata ad uno dei prodotti tipici della tradizione culinaria ruvese; tale evento rappresenta da sempre un simbolo di allegria, festa e convivialità per le tante iniziative culturali e musicali che trovano, nella due giorni, un numerosissimo pubblico appassionato e partecipe.

Cava di bauxite di Spinazzola nei dintorni di Ruvo – Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa
Castel del Monte, nei dintorni di Ruvo – Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa

Dove dormire in centro a Ruvo di Puglia.

Nell’incantevole cornice del centro storico di Ruvo di Puglia, proprio di fronte la maestosa Cattedrale, sorge il Bed and Breakfast La Cattedrale. Completamente ristrutturato, pur conservando le caratteristiche architettoniche della dimora storica, il B&B La Cattedrale propone un’esperienza suggestiva e indimenticabile, seducendoti con la raffinatezza del design e dei suoi arredi, e con la genuinità della colazione, caratterizzata dalle prelibatezze artigianali della tradizione gastronomica pugliese.

I due mini-appartamenti, dotati di ogni comfort (servizi privati con doccia, phon, balcone, cassaforte, tv led, riscaldamento autonomo, accesso internet WiFi, possibilità di terzo e quarto letto e angolo cottura comune), offrono massima garanzia di privacy e ampie possibilità di parcheggio nelle immediate vicinanze dell’abitazione.

Ciò che contraddistinguerà il tuo soggiorno sarà senza dubbio l’incantevole posizione, poiché il B&B si erge ai piedi della Cattedrale, fiore all’occhiello della città di Ruvo di Puglia, considerata uno dei più importanti esempi di stile romanico pugliese. I prezzi sono onesti e vantaggiosi a fronte dei servizi offerti.

Per ulteriori informazioni puoi contattare Salvatore al numero 340 273 3477.

BeB La Cattedrale a Ruvo di Puglia – Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa
BeB La Cattedrale a Ruvo di Puglia – Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa
BeB La Cattedrale a Ruvo di Puglia – Cosa vedere a Ruvo di Puglia, guida completa

Buon viaggio in Puglia!

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Web writer, storyteller, operatrice dei servizi turistici. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, e la piccola India, nostra figlia.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline