Le saline di Margherita di Savoia, informazioni utili e guida alla visita della seconda salina più grande al mondo. Prezzi, orari, storia, informazioni.

<<Se il Signore avesse conosciuto questa piana di Puglia, luce dei miei occhi, si sarebbe fermato a vivere qui>>.

Mi piace sempre ricondividere con i miei lettori queste parole, così cariche di amore per una terra che ne ha di meraviglie, la Puglia. Soprattutto se l’autore è un imperatore da una grande personalità, Federico II di Svevia.

E credo che non ci siano parole migliori per introdurti un luogo che di meraviglia ne ha tanta, oltre a costituire un primato: le saline di Margherita di Savoia sono le più grandi saline d’Europa e le seconde più grandi al mondo dopo quelle Boliviane. E si trovano proprio in Puglia, a Margherita di Savoia, un paesino sulla costa tra Foggia e Bari, dove la zona umida, punto d’incontro tra terra, aria e acqua, ha scaturito la proliferazione di un vero e proprio ecosistema naturale.

Così in un pomeriggio d’estate mi sono avventurata alla scoperta di questo luogo magico e così importante a livello naturalistico. Ti faccio solo presente un po’ di numeri per farti immaginare cosa possa essere questo luogo:

  • 20 chilometri di lunghezza;
  • 5 chilometri di larghezza;
  • 4500 ettari di superficie;
  • 3500 ettari di vasche evaporanti;
  • 5.500.000 quintali di sale prodotto annuo.

Un luogo così magico dove a tratti ti sembrerà di camminare sulla Luna, in altri ti sembrerà di passeggiare su una bellissima spiaggia rosa.

In questo articolo voglio darti qualche informazione utile alla visita delle saline di Margherita di Savoia: buona lettura!

Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita
Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita
Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita

Le saline di Margherita di Savoia: la storia.

Le saline di Margherita di Savoia erano note già nel terzo secolo d.C., quando ne usufruivano i Normanni. All’epoca il sale si formava in modo spontaneo all’interno di conche create da fiumi torrentizi che, trasportando una grande quantità di detriti, col passare del tempo, provocarono la formazione di tanti isolotti paralleli alla costa, dando così vita ad una laguna.

A questi detriti se ne aggiunsero altri provenienti dalle correnti marine che si depositarono tra gli isolotti della laguna formando un cordone ininterrotto. Questi nei decenni si sedimentarono a tal punto da formare vero e proprio suolo, dando vita al lago Salpi.

Nel Settecento la salina fu acquistata dai Borbone e prese il nome di “salina di Barletta” divenendo proprietà dello Stato.

Nel 1879 il toponimo del paese venne modificato nel 1879 in Margherita di Savoia, in onore della regina consorte d’Italia, moglie di Umberto I.

Nel Novecento vi fu una progressiva industrializzazione delle saline. Passò prima ai Monopoli di Stato, poi nel 1994 ad AtiSale e nel 2003 alla Società Salapia Sale srl. Nel 2011 sono state acquisite dal gruppo Semeraro Sosalt.

Curiosità: sapevi che gli abitanti di Margherita di Savoia si chiamano… salinari?!

La flora e la fauna nelle saline di Margherita di Savoia.

Un ambiente umido e selvaggio come quello delle saline di Margherita di Savoia ha scaturito il proliferarsi di una flora e di una fauna particolare rendendola Riserva Naturale Statale dal 1977.

In particolare, qui il fenicottero rosa si è insediato naturalmente, nonostante esso non sia una specie presente normalmente nelle zone mediterranee. Eppure, grazie ai viaggi migratori, i fenicotteri hanno trovato nella zona umida delle saline di Margherita di Savoia il loro habitat ideale in quanto ambiente lagunare e salmastro.

Attraverso vari studi intrapresi dal 1995 si è notato che il fenicottero ha iniziato un processo di nidificazione che ha portato, nel tempo, allo sviluppo della sua specie in questa zona.

Oltre al fenicottero rosa, diverse sono le specie che popolano le saline: il gabbiano corallino, il gabbiano roseo, la sterna zampenere, il fraticello (piccola rondine di mare), folaghe, cormorani, anitre selvatiche, la volpoca, centinaia di aironi, limicoli (uccelli che trovano nutrimento nel fango, come chiurli, pivieri e piro piro), pantane, pavoncelle, pettegole, pittime reali, pivieresse, fratini, svassi piccoli, chiurli maggiori, piovanello pancianera, oche selvatiche, tuffetti, spatole, martin pescatori, gru, smerghi minori, aironi cenerini, poiane e gheppi, falchi della palude, falchi pescatori.

Tutte queste specie hanno reso questo luogo famoso e rinomato per il bird watching.

Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita
Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita
Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita

Come visitare le saline di Margherita di Savoia.

Si può visitare la Salina di Margherita di Savoia ogni giorno, con un trekking guidato a piedi di due o cinque ore comprensivo di bird watching con binocolo in dotazione, o con un trenino che attraversa la zona umida ed i meravigliosi paesaggi della salina fino ad arrivare alla montagna di sale.

Gli orari delle visite sono: 10, 15 e 17:30.

La sede dove recarsi necessariamente per acquistare il ticket è in Via Africa Orientale 50, ma consiglio vivamente di prenotare dapprima telefonicamente al numero 0883657519 o inviando una e-mail a [email protected]

Le saline sono aperte dal Lunedì al Venerdi dalle 8 alle 20 ed il Sabato e la Domenica dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 20.30.

Il prezzo è di 10 euro, comprensivo della visione di un video informativo iniziale e di un laboratorio del sale finale.

Dove dormire a Margherita di Savoia.

Un luogo che mi ha lasciato davvero un bel ricordo è il B&B Controvento.

Un Bed & Breakfast dalla vocazione prettamente marinaresca, che con l’alternarsi armonico del bianco e del blu ricorda la terra di Grecia. Un luogo curato nei dettagli, pulito e che sa’ di mare. Un luogo dove svegliarsi e far colazione con l’accoglienza di Viviana, la proprietaria, non può che essere un piacevole auspicio per la giornata. Il prezzo? Onestissimo.

Il B&B Controvento si trova nei pressi delle Terme di Margherita, in via Tarantino 7.

Puoi contattare Viviana al numero 3400540402.

Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita
Le saline di Margherita di Savoia, guida alla visita

Buon viaggio a Margherita di Savoia!

Annalisa

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Web writer, storyteller, operatrice dei servizi turistici. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, e la piccola India, nostra figlia.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline