Lago di Braies, guida completa: come arrivare, parcheggio, cosa fare e cosa vedere al Lago di Braies e dintorni. Tutte le informazioni ed i consigli utili.

C’è un luogo che mi ha completamente rapita durante il nostro on the road in Trentino. Un luogo che mi ha fatto provare emozioni molto intense, legate alla maestosità e alla spettacolarità che soltanto la natura sa regalare. Il Lago di Braies.

E sarà che sono molto molto sensibile ai luoghi di montagna, ai luoghi che pervadono i sensi, la pelle e le ossa, o sarà anche per il fatto che vengo dal mare e che di luoghi così non mi capita spesso di vederne, il Lago di Braies per me sarà uno di quei luoghi che non dimenticherò facilmente. E che, nonostante la sua vocazione ormai fin troppo turistica (purtroppo!), consiglierò di vedere a chiunque si rechi in questa bellissima terra.

Ne scrivevo così, lì, al momento: <<mentre ammiro la tranquilla maestosità del Lago di Braies, mi ritrovo avvolta da un senso di meraviglia e gratitudine. Questo luogo incantevole, con le sue acque cristalline e le montagne che si specchiano sulla superficie placida, mi rapisce con la sua bellezza senza tempo. Le Dolomiti si ergono fieramente intorno a me, come guardiani silenziosi di un tesoro naturale prezioso. Qui, tra i sentieri che si snodano tra boschi di abeti e pascoli alpini, mi sento in sintonia con la natura, come se fossi parte integrante di questo paesaggio mozzafiato>>.

Nascosto tra le maestose Dolomiti, nel cuore del Trentino, il Lago di Braies è un lago alpino circondato da montagne imponenti e foreste lussureggianti. E’ un luogo di pace e serenità, perfetto per una fuga dalla frenesia della vita quotidiana.

Questo articolo rappresenta una piccola guida al Lago di Braies, dove ti spiegherò come arrivare, dove parcheggiare, cosa fare e cosa vedere anche nei suoi meravigliosi dintorni.

Buona lettura!

Lago di Braies, la guida completa
Lago di Braies, la guida completa

Origine e posizione geografica del Lago di Braies.

Il Lago di Braies, noto anche come Pragser Wildsee in tedesco, è un lago alpino situato nelle Dolomiti, in Val Pusteria, vicino al comune di Braies in provincia di Bolzano. Si trova nel mezzo del Parco Naturale Fanes Sennes e Braies, ad un’altitudine di circa 1500 mt.

L’origine del lago di Braies risale all’era glaciale, quando i movimenti dei ghiacciai scolpirono la valle, creando una depressione che si riempì successivamente di acqua, formando il lago che vediamo oggi.

Ma non è tutto: il lago si è formato a seguito dello sbarramento del rio Braies, causato da una frana che si staccò dal Sasso del Signore. Questa frana, avvenuta millenni fa, ha bloccato il corso del rio Braies, creando così il lago che ammiriamo oggi. Questo fenomeno è comune nella formazione di molti laghi alpini, dove frane, colate detritiche o altri eventi geomorfologici hanno contribuito alla creazione di bacini lacustri.

Oltre alla sua bellezza naturale, il Lago di Braies ha anche una ricca storia culturale. È stato menzionato nelle leggende locali e ha avuto un ruolo significativo durante la prima guerra mondiale, quando la zona era al confine tra Italia e Austria-Ungheria.

La leggenda del Lago di Braies.

La leggenda del Lago di Braies è avvolta da un’atmosfera mistica e affascinante, che si intreccia con la ricca tradizione folkloristica delle Dolomiti. Una delle leggende più conosciute racconta di un tesoro nascosto nelle profondità del lago, custodito da un’antica e misteriosa creatura.

Secondo questa leggenda, molti secoli fa, un ricco signore feudale che risiedeva nei pressi del lago accumulò una grande quantità di tesori rubati. Temendo di essere scoperto e privato della sua ricchezza, decise di nasconderla nelle acque del lago, dove nessuno avrebbe potuto trovarla. Con l’aiuto di un potente stregone, il signore sigillò il tesoro nelle profondità del lago, affidandolo alla custodia di una creatura magica.

Si narra che questa creatura fosse un’enorme serpe d’acqua, con gli occhi lucenti come pietre preziose e le squame scintillanti alla luce del sole. Si diceva che essa custodisse gelosamente il tesoro, proteggendolo dagli occhi degli umani. Tuttavia, coloro che si avventurano troppo vicino al lago possono sentirne il richiamo, tentati dalla promessa di ricchezze inimmaginabili.

Questa leggenda, tramandata di generazione in generazione nelle comunità locali, contribuisce a rendere il Lago di Braies un luogo ancora più affascinante e misterioso, alimentando la curiosità e l’immaginazione di coloro che lo visitano.

Lago di Braies, la guida completa
Lago di Braies, la guida completa

Come arrivare e dove parcheggiare al Lago di Braies?

Il Lago di Braies è facilmente accessibile da diverse località nel Trentino. Ci sono diverse opzioni per raggiungere questo magico luogo, che tu sia automunito o meno, ed in questa piccola guida al Lago di Braies ti spiegherò come.

  • In Auto.

Se stai viaggiando in auto, puoi raggiungere il Lago di Braies seguendo la strada statale SS49 fino a Dobbiaco, quindi dirigendoti verso nord lungo la strada statale SS49bis. Segui le indicazioni per il Lago di Braies e presto ti troverai immerso nella bellezza delle Dolomiti. Però è anche vero che, giungendo qui in auto, dovrai far attenzione al periodo: dal 10 Luglio al 10 Settembre la strada viene chiusa al traffico in alcune ore. Si può entrare prima delle 10 o dopo le 15. L’unico modo per arrivarci è prenotare online il Day Stay Ticket al costo di 38 euro che comprende l’accesso al parcheggio P4 ed un buono di 15 euro da spendere al bar ristorante del lago. Il Day Stay Ticket non è valido per i camper.

In tal proposito ti faccio anche una panoramica sui parcheggi al Lago di Braies. Ahimè, arrivare al Lago di Braies in auto risulta essere praticamente la soluzione più dispendiosa.

Esistono quattro parcheggi in totale, due sono abbastanza vicini e due un po’più distanti. Tutti sono a pagamento. I parcheggi più lontani sono anche i più economici: il P1 costa 11 euro al giorno e si trova a 5km di distanza. A questo prezzo bisogna aggiungere il prezzo della navetta. Il P2 si trova a 800m e costa 20 euro al giorno. I parcheggi P3 e P4 si trovano a pochi passi dal Lago di Braies e costano ugualmente 20 euro al giorno, ma ti consiglio di prenotarli online soprattutto nei periodi di massima affluenza.

  • In autobus e treno.

Se viaggi senz’auto, se preferisci i mezzi pubblici o semplicemente se ti va di risparmiare, sappi che puoi giungere al Lago di Braies anche in autobus o in treno.

Dalla città dove soggiorni, raggiungi la stazione dei treni di Monguelfo o di Villabassa. Da Monguelfo potrai prendere la linea autobus n.439 (in funzione dal 10.07 al 10.09), mentre da Villabassa la n.442 (attiva dal 04.05 al 12.12). Gli autobus per il Lago di Braies passano ogni 30 minuti circa ed il biglietto a/r costa 10 euro per gli adulti e 6 euro per i bambini da 6 a 13 anni.

Se decidi di visitare il Lago di Braies in bus nei periodi di alta stagione, non dimenticare di prenotare i ticket del bus online onde evitare di non trovare posto.

Cosa fare e cosa vedere al Lago di Braies.

Per vivere al meglio il Lago di Braies ci sono alcune esperienze che non puoi proprio perderti.

Una volta arrivato al Lago di Braies, sarai immediatamente affascinato dalla sua bellezza mozzafiato. Le acque cristalline del lago riflettono le maestose cime delle Dolomiti circostanti, creando un panorama da sogno che ti lascerà senza fiato.

Una delle esperienze più belle, più lente e soprattutto green da fare e da vivere è la passeggiata intorno al lago.

Si tratta di un percorso molto semplice, senza importanti dislivelli o difficoltà, adatta anche per famiglie con bimbi al seguito o con chi viaggia con l’amico peloso. Il sentiero che percorre tutto il lago è lungo poco più di tre chilometri, ci si impiega un massimo di due ore per percorrerlo. Noi l’abbiamo percorso con i piccoli India e Tiago (5 e 2 anni) che hanno camminato per tutto il tempo, meravigliati dalle varie prospettive del lago. Per questo sentiero non consiglio l’utilizzo del passeggino. Attenzione però: in alcuni periodi invernali parte del sentiero viene chiuso perchè ghiacciato. Se invece sei un trekker più dinamico, puoi considerare (arrivando presto la mattina) il sentiero che conduce alla Croda del Becco in circa 7 ore a/r.

Un altro percorso molto carino da fare anche con i bambini (e con il passeggino al seguito) è quello che conduce a Malga Foresta. Basta imboccare il sentiero 1 in senso antiorario e cercare le indicazioni per il sentiero 19 che giunge alla Malga in circa un’ora di cammino. C’è poca salita (il dislivello è di poco più di 90 metri). In Malga potrai fare una piacevole sosta per uno snack con una bellissima vista, oppure pranzare con un delizioso piatto tipico tirolese.

Non perderti poi una visita alla chiesetta Marienkapelle, risalente agli inizi del primo Novecento, negli immediati pressi dell’Hotel.

Se camminare non è il tuo forte, e per un’esperienza ancora più memorabile, considera il noleggio di una barca a remi presso il chiosco posto sulla palafitta sulle rive del lago. Navigare sulle acque tranquille del Lago di Braies ti permetterà di avvicinarti ancora di più alla sua bellezza e di esplorare angoli nascosti che non sono accessibili a piedi. Le barchette sono noleggiabili da metà maggio a metà ottobre. Il prezzo varia dai 20 ai 30 euro in base al tempo trascorso sulla barca.

Lago di Braies, la guida completa
Lago di Braies, la guida completa
Lago di Braies, la guida completa
Marienkapelle – Lago di Braies, la guida completa

Dove mangiare al Lago di Braies.

(S)fortunatamente non ci sono molte alternative dove mangiare al Lago di Braies. Puoi considerare l’idea di portar con te un pranzo al sacco, dal momento che sui sentieri troverai, a volte, tavoli e sedie in legno che t’invitano a sederti e ad ammirare la bellezza del lago, magari proprio davanti ad un buon panino.

Altrimenti, per gustare alcune delizie tipiche tirolesi, puoi considerare il ristorante dell’Hotel Braies o il rifugio Malga Foresta di cui ti ho parlato nel paragrafo precedente. Nei periodi di alta stagione c’è anche un chioschetto che vende panini o piatti con salsicce e patate davvero gustosi.

Cosa vedere nei dintorni del Lago di Braies.

Nei dintorni del suggestivo Lago di Braies, ci sono diversi luoghi affascinanti che meritano una visita, offrendo una varietà di esperienze uniche che soddisferanno sia gli amanti della natura che coloro che desiderano esplorare la cultura e la storia della regione.

Partendo dalle celebri Tre Cime di Lavaredo, un simbolo iconico delle Dolomiti. La distanza in auto dal Lago di Braies è di circa 1 ora e 30 minuti. Queste maestose vette offrono spettacolari panorami e l’opportunità di fare escursioni più impegnative per chi ama l’avventura. Vicino alle tre cime di Lavaredo, non perderti il Lago di Misurina.

Un’altra destinazione imperdibile è il Lago di Tovel, situato nel Parco Naturale Adamello Brenta, a circa 2 ore di guida dal Lago di Braies. Questo lago incantevole, circondato da boschi di abeti e prati alpini, offre uno scenario di rara bellezza e la possibilità di fare passeggiate panoramiche lungo le sue rive. E’ meno popolare del Lago di Braies e -forse- anche più affascinante e bello!

San Candido, un pittoresco paese di montagna situato a circa 1 ora di guida dal Lago di Braies, è rinomato per le sue stradine pedonali, l’architettura tipica e l’atmosfera accogliente. Qui è possibile visitare la Chiesa Parrocchiale di San Michele e passeggiare lungo la rinomata Via dei Portici.

Prato Piazza, situato nel Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, dista circa 45 minuti di guida dal Lago di Braies. Questo altopiano incantevole offre panorami mozzafiato sulle Dolomiti circostanti e numerose opportunità per escursioni e passeggiate panoramiche.

Ortisei, una graziosa località di montagna famosa per la sua architettura tipica e la cultura ladina, dista circa 1 ora e 15 minuti di guida dal Lago di Braies. Qui è possibile passeggiare lungo le vie del centro storico, visitare le botteghe artigiane e ammirare le splendide vedute sulle montagne circostanti.

Infine, l’Alpe di Siusi, il più grande altopiano d’Europa, dista circa 1 ora e 15 minuti di guida dal Lago di Braies. Questo luogo incantevole offre numerose attività all’aria aperta, tra cui escursioni, mountain bike, passeggiate a cavallo e tanto altro, immersi in un paesaggio alpino mozzafiato.

Lago di Braies, la guida completa
Lago di Braies, la guida completa

Ti lascio, per concludere, qualche riga che ho scritto prima di lasciare il Lago di Braies.

E così, mentre lascio che lo spirito di questo luogo magico mi avvolga, prometto a me stesso di tornare ancora e ancora, per ricaricare la mente, il corpo e lo spirito in questa oasi di tranquillità e bellezza. Il Lago di Braies rimarrà sempre nel mio cuore come un luogo di pace e rinascita, un santuario dove posso trovare rifugio dal trambusto del mondo e riconnettermi con l’essenza della vita stessa.

Buon viaggio al Lago di Braies!

Liz

*  *  *  *  *

Segui le nostre avventure su Instagram, in Italia e nel Mondo!

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Content creator, web writer, storyteller. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, ed i piccoli India e Tiago, i nostri figli.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *