Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira, informazioni utili alla visita in questi paesaggi incredibili colombiani.

La Colombia è un Paese estremamente ampio e variegato: il paesaggio è versatile, si passa dalla rigogliosa foresta amazzonica, ai pueblos andini, al Mar dei Caraibi, sino agli aridi deserti.

Se sognate di esplorare questa magica terra è opportuno, quindi, identificare un itinerario per un viaggio in Colombia e selezionare alcune aree di interesse e poi spostarsi da una zona all’altra con gli autobus notturni, i taxi collettivi o  in aereo.

Sono sempre stata un’amante dei deserti: adoro le loro sfumature ocra, il silenzio interrotto solo dal vento e dagli ampi spazi aperti sempre in movimento.

Per questo, durante il mio viaggio in Colombia, ho deciso di visitare ben due deserti, e non me ne sono pentita.

Il Deserto del Tatacoa in Colombia: una conformazione unica.

La porta di accesso al deserto del Tatacoa in Colombia è la cittadina di Neiva, nella quale vi si può arrivare in aereo. Un tragitto di circa un’ora da qui, vi porterà a Villavieja, il centro abitato del deserto.

In realtà la Tatacoa non è propriamente un deserto, ma una foresta tropicale arida.

Difatti non si tratta di un ambiente unitario e monotono: è formato da due aree completamente differenti.

Un’area viene definita “rossa” ed è sicuramente quella più fotografata: è costituita da strane conformazioni stratificate, che sembrano un labirinto, dalle sfumature accese e intense dell’ocra e del rosso. Camminare tra questi sentieri è un’esperienza quasi surreale.

L’altra area viene comunemente definita “grigia”.

Qui il panorama cambia completamente e diventa più lunare. Anche qui è possibile fare delle lunghe passeggiate per ammirare la strana atmosfera del luogo. Vi consiglio un trekking sino alla Valle de Los Fantasmas (non vi voglio anticipare nulla e quindi vi lascio un po’ di suspence e di mistero: sul luogo capirete perché è così chiamata).

Oltre al piacere di ammirare queste bizzarre opere della natura, vi sono almeno due altri motivi per visitare i deserti della Colombia.

Nel mezzo del deserto di Tatacoa si fanno spazio delle piscine di acqua termale mineralizzata che offrono uno straordinario contrasto con l’ambiente arido e assolato circostante (e che sono un piacevole conforto nella calura del deserto).

L’altro motivo che attira molti visitatori è la possibilità di osservazione astronomica: l’assenza di umidità e la vicinanza all’equatore offrono un cielo quasi limpido, che vi ripagherà con una pioggia di stelle cadenti, facilmente osservabile in ogni stagione.

Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira
Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira
Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira

La Penisola de la Guajira: il punto più a nord dell’America del Sud.

La penisola della Guajira è, invece, una regione che si affaccia sull’Oceano Atlantico, proprio al confine con il Venezuela.

Anche questa zona è estremamente arida, ma qui l’aspetto è quello di un deserto più “tradizionale”, con ampie dune di sabbia ondulate. L’oro delle dune offre però uno splendido contrasto con il blu dell’Oceano: potrete correre a perdifiato dalla vetta di dune altissime sino a tuffarvi nel mare. Una sensazione di estrema libertà.

Se, come me, amate raggiungere i luoghi che costituiscono dei “punti di riferimento geografici”, sappiate che nella Penisola de la Guajira, potrete fotografarvi nel punto più a nord dell’America Latina: Punta Gallinas.

Perdersi in questa zona remota significa esplorare la terra dei wayuu, la popolazione indigena che abita l’area. Non vi sono grandi alberghi, piuttosto vi è un turismo più ecosostenibile. Preparatevi quindi a dormire su amache, con un pavimento di sabbia… ed una vista sul mare.

Arrivare fino a qui non è semplice: è necessario muoversi con un 4X4, proprio perché non vi sono strade asfaltate, ma solo piste nel deserto. Sebbene vi siano alcune “camionetas” che offrono la possibilità di acquistare passaggi per il deserto, consiglio di rivolgervi ad un’agenzia che organizzi gli spostamenti ed un tour di 2-3 giorni, comprensivo di vitto e alloggio nei campeggi in loco.

Potrete trovare diversi operatori a Riohacha, la cittadina più vicina al deserto.

Questa regione è piuttosto povera e vi sono seri problemi di discriminazione e sfruttamento dell’etnia dei Wayuu.

Assicuratevi di utilizzare operatori facenti parte della comunità locale.

Sicuramente trascorrere un paio di giorni in questi luoghi, lontani dalle città, senza molti comfort, darà un tocco di avventura e di autenticità al viaggio (e forse vi farà ritornare per un po’ in contatto con la parte più primordiale di ognuno di noi).

Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira
Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira
Viaggio in Colombia: il deserto del Tatacoa e la Guajira

Buon viaggio in Colombia!

Autore

Annalisa, un cuore zingaro ed un’anima vagante. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Web writer, storyteller, operatrice dei servizi turistici.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline