Che cosa è il Glamping, come è nato e quanto costa: storia e curiosità di questa nuova forma di vacanze immersi totalmente nella natura.

Ultimamente se n’è sentito tanto parlare: il Glamping, questo strano ed arcano termine.

Si tratta di una nuova frontiera del turismo ecosostenibile che sta prendendo piede nell’ultimo decennio, che sposa l’etica della vacanza wild nella natura, al soggiorno di lusso, alle comodità e ai comfort di una vera e propria vacanza pentastellata.

L’ideale per chi ama rigenerarsi nella natura ma non vuole sopperire allo stress del campeggio e del faidate anche in vacanza: ti spiego di cosa si tratta.

Cosa è il Glamping, con precisione?

Facciamo chiarezza nel termine.

La parola glamping deriva dalla fusione delle parole glamour e camping.

Questa parola ha origine in Inghilterra nel 2005, per poi esser inserita a tutti gli effetti nel dizionario di Oxford nel 2016.

Si tratta di un nuovo modo di far campeggio, in strutture che però non hanno niente a che vedere con la tenda da montarsi faidate, sacco a pelo e fornellino con annessa bombola del gas.

La location è sempre la natura, in tutto e per tutto, con l’unica differenza che il viaggiatore che ha scelto di far glamping ha consapevolmente scelto anche i comfort di un resort e la cura nel dettaglio.

Pods – Che cosa è il Glamping, come è nato, quanto costa
Yurta – Che cosa è il Glamping, come è nato, quanto costa

Questa formula del “campeggio di lusso” viene chiamata anche boutique camping, posh camping, comfy camping: appunto, di alto livello, elegante e confortevole.

Il Sudafrica è stato il primo paese a proporre questo tipo di vacanza green, allestendo delle vere e proprie unità ecosostenibili lontano dal tessuto suburbano della città.

Oggi il glamping si è sviluppato anche in Italia con molto successo in quanto vocato ad una modalità ecosostenibile di viaggiare.

Le strutture che fanno Glamping.

Le strutture che propongono il Glamping sono ecosostenibili e rispettano l’ambiente.

Sono spesso costruite con materiali biodegradabili, riciclati o in legno.

Le strutture sono tante e diverse nella conformazione, ciò che le accomuna è la location -la natura-, i servizi offerti -pari ad una vacanza a cinque stelle- e la cura nel dettaglio.

In giro per l’Italia (e anche nel mondo) potrai trovare tantissime strutture bizzarre e meravigliose che offrono il glamping, tutte vocate a far vivere al viaggiatore un’esperienza unica, confortevole e rigenerante.

Teepee – Che cosa è il Glamping, come è nato, quanto costa

Alcune di queste strutture sono:

  • Case sugli alberi con annessi servizi;
  • Roulotte vintage;
  • Yurte, ossia la casa ecologica dei nomadi, utilizzata molto in Mongolia ma arrivata sin qui perchè suggestiva e accogliente;
  • Bubble rooms, camere a forma di bolla trasparente che permettono l’osservazione delle stelle nella notte;
  • Pods, minuscole celle in legno e tegole, ideale per coppie;
  • Teepee, tende indiane;
  • Chalet, baite e case mobili, vere e proprie piccole casette dove c’è tutto o quasi;
  • Vecchi vagoni di treni, caravan e gipsy camper;
  • Igloo nella neve.
    Igloo – Che cosa è il Glamping, come è nato, quanto costa

    Casa sull’albero – Che cosa è il Glamping, come è nato, quanto costa

Quanto costa il Glamping?

I costi variano a seconda della location e dei servizi che offre una struttura.

Ci sono veri e propri Glamping affittati da privati che non costano granchè e sono essenziali (ma pur sempre comodi).

Ci sono, al contrario, anche molti glamping lussuosi che offrono molti più comfort e costano davvero tanto.

Come per gli hotel, puoi mangiare come ti pare 🙂

Hai mai fatto glamping? Raccontami, ti leggo!

Liz

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Web writer, storyteller, operatrice dei servizi turistici. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, e la piccola India, nostra figlia.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline