Archive

agosto 2019

Browsing

Ero piccola, davvero piccola, e già ne conoscevo la sua terra. La sua storia, la sua posizione geografica, il suo mare, ne conoscevo pregi e difetti. Parlo di Metaponto, un borgo di circa mille abitanti in provincia di Matera. Fino a che i miei genitori non han deciso di comprare una casa lì, ed io ogni anno non posso far a meno di trascorrere qualche giornata tra reperti greci ed i loro dintorni, disseminando bandierine dei posti del cuore anche qui. Difatti per molti Metaponto costituisce solo una tranquilla località balneare in Basilicata sita sulla costa jonica, ignorando la sua grandiosa storia: questa terra, per quanto adesso appaia così arida e disservita, un tempo fu la culla indiscussa della Magna Grecia. In questo post voglio darvi qualche informazione utile consigliandovi cosa vedere e cosa fare a Metaponto, che abbiate un giorno o più giorni. Metaponto: un po’ di storia. Ci sarebbe…

Ad una cinquantina di chilometri da Matera, abbarbicato su una collina che si erge maestosa sulla valle dei calanchi, c’è Craco, il famoso paese fantasma della Basilicata. La strada per arrivarci è impervia e tortuosa da percorrere in auto, perché piena di curve ed in salita, ma il panorama sulla valle è così bello che la fatica viene facilmente ripagata. Craco ha una storia quasi tragica, segnata da eventi naturali inevitabili che ne han fatto di lei un paese fantasma, abbandonato da tutti, dimenticato per anni. E dopo tempo, ne rimane sana la memoria: oggi Craco è famosa per esser diventata per antonomasia la città fantasma della Basilicata, teatro di set cinematografici e di migliaia di turisti che incuriositi dal suo travagliato destino la scelgono come meta per passarci una mezza giornata durante il loro viaggio. [Forse può interessarti anche: Metaponto, la Basilicata culla della Magna Grecia] Craco, città fantasma…

Reduce da una meravigliosa visita al mondo sotterraneo di Castellana Grotte, nella mia amata Puglia, non vedevo l’ora di visitare le Grotte di Postumia, in Slovenia, classificate tra le più famose al mondo. E allora ne ho approfittato durante il nostro on the road in Slovenia. Le Grotte di Postumia si snodano per un totale di ventuno chilometri di percorso sotterraneo, dove poter ammirare lo strepitoso lavoro che madre natura ha scolpito nella roccia nel corso dei secoli. In particolare in Slovenia si trova una regione, il “Carso”, alle porte dell’Italia, con un sottosuolo ricco di grotte e di fenomeni carsici, qui diffusissimi e studiati. Postumia difatti si trova a circa un’oretta da Trieste, ragion per la quale è visitata da molti turisti italiani. In questo post voglio parlarvi della visita alle Grotte di Postumia. Molto spesso le Grotte di Postumia sono visitate assieme al Castello di Predjama, a dieci…

Durante il nostro on the road in Slovenia, Lubiana, la capitale di questa Terra così verde e pulita, non poteva di certo mancare. E così dopo una piccola fuga al Lago di Bled ci siam messi in auto per raggiungerla, curiosi di passeggiare tra le sue strade. In realtà l’approccio alla capitale slovena è stato un po’ strano. Lubiana è un miscuglio armonico, è un po’ Berlino, un po’ Parigi; è un po’ Praga, un po’ Budapest, con qualche richiamo italiano: scoprirla è stato molto piacevole, soprattutto perché abbiamo scovato tanta bellezza che Lubiana preserva, fortunatamente non essendo ancora sfociata nel turismo di massa. Un matrimonio di architetture e stili diversi, graziosi caffè come salottini in città a cielo aperto. Dopo la proclamazione della sua indipendenza dalla Jugoslavia nel 1991, Lubiana ha aperto le porte al turismo classificandosi una delle mete più green ed economica europea. E allora ecco un…

Inline
Inline