Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare, una lista completa per la guida alla scelta della tua vacanza al mare.

Vento caldo, t-shirt a maniche corte, i prati in fiore, i finestrini dell’auto aperti, i raggi del sole che prepotentemente entrano dalla finestra a dare il buongiorno. L’estate arriva, impetuosa e calda, bramata nelle menti dei viaggiatori e degli amanti del gigante buono, il mare. L’estate arriva e con sé, oltre a tanto entusiasmo e ardore, porta anche tanta… incertezza!

Un’incertezza bonaria, quasi confusa, proprio perché l’Italia è un Paese meraviglioso, forse unico al Mondo, bagnata dal Mediterraneo, un mare che promette sia un clima temperato e mite che, di conseguenza, primati nell’agricoltura. E che offre anche tante spiagge meravigliose, dal Sud al Centro, al Nord e alle isole. C’è l’imbarazzo della scelta. L’offerta è ampissima e variegata. Da qui la confusione: dove andare in vacanza? Dove andare al mare? 

Con l’aiuto delle Travel Blogger Italiane ho pensato di redigere più articoli inerenti alle migliori spiagge in Italia suddivisi per Nord, Centro e Sud. In questo articolo voglio parlarti delle migliori spiagge dove andare al mare al Centro Italia.

Se il Centro Italia non ti interessa, ti invito a leggere gli altri articoli dedicati alle migliori spiagge nel Nord Italia e alle migliori spiagge nel Sud Italia.

Buona lettura (e buona scelta!)

Abruzzo – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare
  • Sardegna: le migliori spiagge dove andare al mare.

La Sardegna, si sa, possiede forse il primato d’Italia per le sue bucoliche spiagge. E’ difficile sceglierne alcune da consigliarti, dunque in questo articolo ne ho raccolte solo tre fra le più belle spiagge della Sardegna. Per leggerne altre, vi consiglio il post di Pilar, autrice del blog Amici di Valigia, che scrive delle dieci spiagge più belle in Sardegna.

Sardegna Nord Orientale.

Monica Bruni, autrice del blog In viaggio con Monica, come scrive nel suo articolo dedicato alle cinque migliori spiagge della Sardegna Nord Orientale, ci consiglia la zona a sud di Olbia, nell’Area Marina Protetta dell’Isola di Tavolara. In particolare:

  • Porto Istana. Si raggiunge dalla piccola frazione di Murta Maria e in pochi minuti arriverete in un piccolo paradiso di acqua turchese con vista sull’isola di Tavolara. Ideale anche per fare snorkeling.
  • Spiaggia delle Farfalle. È una delle tre spiagge che si trovano sul promontorio di Capo Coda Cavallo, circondata dalla macchia mediterranea e dal profumo di mirto e ginepro.
  • Cala Brandinchi. Più conosciuta come Thaiti e questo vi fa già capire tutto. Sabbia bianchissima e acqua cristallina con i fondali bassi e dune di sabbia che si formano in mezzo al mare.
  • Lu Impostu. Si raggiunge da Punta Aldia, una lingua di sabbia finissima lunga un chilometro e circondata da ginepri, gigli marini e mimose.
  • Lo Spalmatore. È la spiaggia dell’Isola di Tavolara e offre uno scenario unico. Per raggiungerla potete prendere il battello a Porto San Paolo o affittare un gommone con cui potrete visitare anche le isolette vicine e fare il bagno alle piscine di Molara.

    Cala Brandichi, Sardegna – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare

Monti d’Arena, Isola della Maddalena, Sardegna.

La consiglia Carmen Savino del blog di viaggi Viaggiatrice da Grande: la spiaggia di Monti d’Arena (o Monti di Rena) si trova sull’Isola della Maddalena, nell’omonimo arcipelago sardo.

È così chiamata perché caratterizzata da una duna abbastanza alta di sabbia.

La spiaggia, circondata di macchia mediterranea profumata e da pittoreschi scogli dai colori disparati, è caratterizzata da un colore rosato-giallastro poiché composta da “granella” di graniti.

Presenta le bucoliche note trasparenze delle acque della Costa Smeralda.

Spesso è una spiaggia esposta al maestrale ma molto facile da raggiungere, attraverso la strada panoramica e seguendo le indicazioni, ed è provvista di un comodo parcheggio. Nei pressi vi è anche un chiosco ben fornito.

La spiaggia, lunga ed estesa, può essere divisa in due parti: da un lato la sabbia è più fine, dall’altro è più grossolana rendendo la zona più selvaggia ma contribuendo allo stesso tempo a mantenere l’acqua cristallina anche con mare mosso.

Il fondale degrada abbastanza dolcemente e la vista che si può ammirare salendo sulla duna è sensazionale: tutti i colori delle sfumature dell’acqua.

Alla base del monte di sabbia c’è un piccolo sentiero che, attraversando per circa 300 mt la macchia mediterranea, ti porterà alla bellissima spiaggia del Cardellino (un’altra meraviglia da non perdere).

La spiaggia di Monti d’Arena è particolarmente adatta alle famiglie con bambini ma frequentata anche da giovani e coppie.

Monti d’Arena, Sardegna – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare

Porto Pino, Sardegna del Sud.

Mentre la Sardegna del Nord è più turistica e caratterizzata da una ricchissima macchia mediterranea, la Sardegna del Sud invece offre chilometriche spiagge di sabbia fine e scenari tropicali.

Francesca Lamperti, autrice del blog Frontier Traveller, consiglia la meravigliosa spiaggia di Porto Pino, forse la più famosa di tutto il sud dell’isola.

Situato nel Golfo di Palmas, questo angolo di paradiso dista appena 6 chilometri dal piccolo comune di Sant’Anna Arresi ed è raggiungibile con facilità solo tramite un mezzo di trasporto privato.

La spiaggia si trova in un’area naturalistica lussureggiante in cui prosperano il ginepro, la quercia e il pino di Aleppo; tuttavia, per arrivare a destinazione è necessario percorrere un bel tratto di strada sterrata attraverso una zona militare, aperta solo durante la bella stagione (da aprile-maggio fino ai primi di ottobre). Inoltre, dal parcheggio delle auto si deve calcolare almeno un altro chilometro di cammino per arrivare al mare.

La location da sogno, però, vale il prezzo dell’attesa: il litorale di sabbia bianca si distende per oltre 4 chilometri ed è lambito da acque trasparenti, spesso frequentate da appassionati di surf e windsurf. Pare infatti che questo sia uno dei luoghi migliori per praticare sport acquatici in tutta la Sardegna.

La vera particolarità del luogo è la presenza delle dune, situate a qualche metro di distanza dal bagnasciuga e modellate dal vento: alcune di esse raggiungono persino i 30 metri di altezza, dando vita a un paesaggio desertico a tratti surreale.

Un luogo così unico al mondo da essere sottoposto alla tutela del programma europeo Natura 2000: è importante rispettare l’ambiente durante la visita, evitando di abbandonare i propri rifiuti e camminando tra le dune solo nei punti segnalati.

Porto Pino, Sardegna – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare
  • Spiaggia dell’Innamorata, Isola d’Elba, Toscana.

Sabrina Balugani, autrice del blog I viaggi di Ciopilla, ci porta in Toscana, in una delle calette più suggestive e romantiche dell’Isola d’Elba, la spiaggia dell’Innamorata. Originariamente portava il nome di Cala de ferro. Collocata ai margini delle vecchie miniere di ferro, si possono ancora scorgerne le tracce ferrose nuotando fino a punta delle Ciarpe. Una tranquilla insenatura che si trova a sinistra della spiaggia.

La spiaggia dell’Innamorata, piccolo fazzoletto di sabbia bianchissima mista a sassolini, è la meta ideale per trovare pace e tranquillità. E’ molto amata dai turisti e dagli isolani per la sua natura tipicamente selvaggia ed è facilmente raggiungibile dalla meta turistica, Capoliveri.

A rendere speciale questa spiaggia oltre all’acqua limpida e fresca troviamo un panorama unico, il quale ci regala alcune delle meraviglie dell’arcipelago toscano. Dai due speroni di roccia denominati isole Gemini, ai promontori di Capo di Stella, Fonza e Capo Poro per arrivare alla maestosità selvaggia dell’isola di Montecristo.

Perchè scegliere la spiaggia dell’Innamorata tra le centinaia di calette, baie che quest’isola sa offrire? Se non per la sabbia, l’acqua e la tranquillità, l’Innamorata è favolosa anche per la leggenda che si nasconde tra i suoi gabbiani da cui prende il nome. A me è stata raccontata cosi:

” Una giovane promessa sposa, convinta che il suo amato fosse stato rapito e trascinato sul veliero del pirata Barbanera, si gettò in mare per salvarlo. Purtroppo il mare l’avvolse facendola sparire. Non potendo cosi fare ritorno a casa tra le braccia del suo amore. L’innamorato pieno di rabbia e di dolore decise che l’anima della sua innamorata sarebbe stata presente in ogni gabbiano che si sarebbe posato sulla sabbia. Da quel giorno un gabbiano passeggia sulla spiaggia con aria persa e triste”.

Isola d’Elba – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare
  • Riviera del Conero, Marche.

Claudia e Ilaria del blog Trottole in Viaggio, scrivono che sono tre i colori che contraddistinguono la Riviera del Conero: il bianco della falesia, il verde del monte e il blu del mare. Dal connubio di questi tre elementi nascono le spiagge del Conero, ognuna diversa e ognuna con le sue peculiarità.

La Riviera del Conero si trova nelle Marche e si sviluppa tra i comuni di Ancona, Sirolo e Numana e anche quest’anno sono state riconfermate le sue tre Bandiere Blu.

La riviera prende il nome dal Monte Conero, uno dei pochi promontori presenti sul mare Adriatico. Proprio nel Parco del Monte Conero si possono percorrere diversi sentieri di trekking con vista mare.

Potrai scegliere tra spiagge attrezzate come quelle di Portonovo, Sirolo o Numana od optare per spiagge più selvagge come Mezzavalle e le Due Sorelle. Proprio quest’ultima spiaggia, raggiungibile solamente via mare, è stata spesso menzionata tra le più belle spiagge d’Italia. Per arrivarci, un’alternativa alla barca potrebbe essere noleggiare una canoa o un SUP essendo facilmente raggiungibile sia da Portonovo sia da Sirolo.

Niente sabbia sul Conero, ma una fina ghiaia chiara e i caratteristici sassi bianchi di Portonovo. Proprio grazie a questo particolare fondale spesso, soprattutto la mattina presto e la sera tardi, si crea un meraviglioso riflesso che rende l’acqua azzurra e cristallina.

Portonovo, riviera del Conero, Marche – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare
  • Sperlonga, Lazio.

Pilar, autrice del blog Amici di Valigia, ci consiglia un luogo magico lungo la Riviera di Ulisse, in provincia di Latina: Sperlonga. Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, vanta grandi spiagge dalla sabbia dorata e un mare dalle mille tonalità. Dal 1998 viene conferita a Sperlonga la Bandiera Blu per qualità dei servizi e delle sue acque.

La spiaggia più conosciuta e frequentata in assoluto è sicuramente quella di Levante. Qui si possono trovare stabilimenti di ogni tipo e per tutte le tasche, che si alternano a zone libere, sempre pulite e con servizio di salvataggio collettivo. A prima vista potrebbe sembrare una spiaggia come tante, ma in realtà lo scenario è unico e sorprendente.

Da Torre Truglia, il simbolo del borgo di Sperlonga, parte questa lunga e ampia distesa di sabbia fine e dorata, che termina in prossimità della Grotta di Tiberio. Quest’antro presenta gruppi scultorei che richiamano il mito di Ulisse ed è decorato con marmi e mosaici di inestimabile valore. È parte integrante della Villa dell’Imperatore Tiberio, visitabile attraverso il Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga.

Immergersi tra le limpide acque della Spiaggia di Levante è un’emozione unica, soprattutto per rinfrescarsi dalla forte calura estiva. Ma il momento più bello rimane quello del tramonto, in cui il sole scompare all’orizzonte.

L’atmosfera diventa magica, tutto si colora di rosso e arancione e sullo sfondo appaiono ben visibili le sagome del Promontorio del Circeo e delle Isole Pontine.

Sperlonga – Le migliori spiagge del Centro Italia dove andare al mare
  • Le spiagge d’Abruzzo, differenti da Nord a Sud.

L’Abruzzo è una terra meravigliosa e versatile, che offre sia mare, che montagna, enogastronomia e cultura.

Le spiagge della costa abruzzese sono molto differenti da Nord a Sud.

Le spiagge sulla costa a Nord di Pescara sono sabbiose, con fondali bassi e zone attrezzate, perfette per le famiglie. Tra queste vi segnalo Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Alba Adriatica e Pineto. Tra l’altro, queste sono tutte a pochi passi dal Parco Nazionale del Gran Sasso dove poter fare un’escursione in giornata.

La costa a Sud di Pescara è la magica costa dei trabocchi, frastagliata, selvaggissima e con calette nascoste superlative, adatte per chi ama fare snorkeling e uscite in kayak. I trabocchi sono strutture strane in legno sul mare, gli antichi strumenti di pesca ora in disuso, un vero e proprio museo a cielo aperto. Tra le spiagge della costa Nord vi consiglio Punta Aderci, Ortona, la spiaggia del Cavalluccio e la spiaggia del turchino.

Buon relax!

Liz

Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Web writer, storyteller, operatrice dei servizi turistici. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, e la piccola India, nostra figlia.

2 Comments

  1. Sono tutte spiagge incantevoli… Non saprei proprio quale scegliere! 🙂 Non vedo l’ora che si possa tornare al mare per godere di queste meraviglie naturali!

  2. E’ stato un piacere contribuire a questo articolo e scoprire tante altre spiagge magnifiche!

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline