I migliori percorsi di trekking da fare ad Innsbruck e dintorni: guida completa per il tuo weekend ad Innsbruck!

Se cerchi un luogo dove vivere un viaggio fuori dal tempo e dalla consueta routine della città, allora non potrai fare a meno di immergerti in una fiaba tutta da vivere e da toccare.

Oggi ti parlo della splendida Innsbruck, lo avevo già fatto raccontandoti cosa vedere ad Innsbruck e delle sue magiche atmosfere Natalizie che si respirano nel suo mercatino di Natale. Le luci i colori e gli odori si mischiano alla facce sorridenti e paonazze di chi serve vino caldo o prepara gustose pietanze da consumare per strada magari sotto una candida nevicata a sugellare il momento.

Innsbruck sa adattarsi ad ogni periodo dell’anno trasformandosi sin dalla primavera e fino all’autunno, diventando un vero paradiso per gli amanti del trekking e dell’escursionismo.

Le imponenti montagne che la circondano, i suoi edifici colorati, gli alberi rigonfi e le rive del fiume Inn, con la gente che si rilassa leggendo un libro o semplicemente chiacchierando, sono lo scenario che ti aspetta durante i mesi più miti.

E cosa c’è di meglio se non lasciarsi conquistare e godere della sua magnifica natura percorrendo i numerosi percorsi di trekking di Innsbruck?

Ecco una selezione dei migliori percorsi trekking ad Innsbruck con tutte le indicazioni e le informazioni utili di cui hai bisogno prima di perderti tra i suoi fiabeschi luoghi. Che tu sia con la famiglia, con gli amici o da solo e non importa se hai più o meno esperienza o se sei allenato come una capretta di montagna o no. Ce n’è per tutti i gusti!

Potrai immergerti tra i suoi boschi silenziosi e profumati, rigenerarti in cima ai suoi caratteristici rifugi, camminare sino a raggiungere le vette più alte o restare più in basso rilassandoti nelle dolci valli ricche di piante e fiori di montagna.

L’estasi è garantita. Buona lettura!

Innsbruck città – I migliori percorsi di trekking ad Innsbruck

Guida, informazioni e percorsi dei migliori percorsi di trekking ad Innsbruck.

Il Parco Naturale del Karwendel.

Direttamente raggiungibile dal centro di Innsbruck con gli impianti Nordkettenbahnen, in 30 minuti sarai alla stazione a monte Hafelekar, il portale naturale di accesso del Karwendel.

Da qui potrai già godere della magnifica vista panoramica sulla città e le montagne circostanti. Ad attenderti ci saranno numerosi sentieri escursionistici, vie ferrate, malghe e rifugi. Di seguito un percorso da fare assolutamente:

  • Pfeishutte lungo il sentiero Goetheweg.

Da questo sentiero il panorama è sin da subito mozzafiato, percorrerai il crinale della parete con vista sulla città e ti sembrerà quasi di camminare sulle nuvole. Il sentiero Goetheweg comincia proprio a lato della stazione a monte dell’Hafelekar e si dirige verso est restando sempre accanto al crinale. Dopo una serie di salite e discese il sentiero cambia direzione, poco più avanti il paesaggio muta lasciando spazio ad alpeggi di alta montagna e sino a raggiungere il rifugio Pfeishutte, incastonato in un paesaggio alpino immacolato a più di 1.900 metri di altitudine. Tutt’intorno le imponenti pareti rocciose tolgono il fiato nell’ammirarle così aspre e selvagge.

INDICAZIONI TECNICHE DEL PERCORSO:

Difficoltà DIFFICOLTÀ: difficile
 DISLIVELLO IN SALITA: 344 metri
 DISLIVELLO IN DISCESA: 663 metri
 PUNTO PIÙ ELEVATO: 2267 metri
 MAX. LUNGHEZZA PERCORSO: 5.2 KM
 TEMPO DI MARCIA PER LA SALITA: 2H 30MIN

PUNTO DI PARTENZA: Stazione a monte Hafelekar (2.269m)”
STAGIONE MIGLIORE: da metà giugno – ottobre

Karwendel – I migliori percorsi di trekking ad Innsbruck – copyright Innsbruck.info

La zona del Patscherkofel.

Per gli amanti dell’escursionismo un luogo davvero da non mancare, gli abitanti di Innsbruck lo apostrofano simpaticamente “il monte di casa” sul quale d’inverno si scia e nel resto dell’anno si esplora.
Ricco di percorsi (ben 60!) è particolarmente adatto per le famiglie in quanto è costellato di sentieri di facile percorrenza ma di assoluta bellezza. Ricco di varie malghe e ristori sarà dura non cedere alla tentazione delle specialità tirolesi.
Da non perdere il più grande giardino botanico d’Austria! Di seguito il percorso scelto per te:
  • Zirbenweg, il Sentiero dei Cembri.

L’ escursionismo a 2.000 metri di quota attraverso uno dei più grandi boschi di pini cembri d’Europa. Parte integrante del sentiero dell’Acquila, si snoda in un leggero saliscendi sino ad inoltrarsi all’interno di un favoloso bosco di pini cembri secolari. L’itinerario è semplice ed al tempo stesso spettacolare, lungo tutto il percorso si spalanca un incredibile panorama che guarda sull’Inntal e di fronte si staglia maestosa la catena del Nordkette.

INDICAZIONI TECNICHE DEL PERCORSO:

Difficoltà DIFFICOLTÀ: facile
 DISLIVELLO IN SALITA: 430 metri
 DISLIVELLO IN DISCESA: 343 metri
 PUNTO PIÙ ELEVATO: 2060 metri
 MAX. LUNGHEZZA PERCORSO: 7.4 KM
 PUNTO DI PARTENZA: Stazione a monte Patscherkofelbahn
 PUNTO FINALE: Stazione a monte Glungezerbahn
 STAGIONE MIGLIORE: metà maggio – metà ottobre
 LOCALITÀ: Igls

 CARATTERISTICHE DEL TERRENO: sentiero

Patscherkofel – I migliori percorsi di trekking ad Innsbruck – copyright Innsbruck.info

L’altopiano di Mieminger Kette.

L’altopiano di Mieming è l’ideale per chi cerca escursioni non troppo complicate anche nei mesi invernali, l’offerta sentieristica è varia e adatta a tutti, ma se credi che le tue gambe possano gareggiare in fatto di resistenza con quelle di uno stambecco eccoti servito allora un percorso lungo e di rispettabile difficoltà:

  • Il percorso Gacher Blick.

Direttamente dal parcheggio prosegui verso la strada sterrata con le indicazioni della malga Stöttlalm, prima di raggiungerla troverai un bivio, prosegui verso il ponte Boasligbrücke e continua in direzione Henneberg, qui la tua sete di ripidezza sarà ampiamente appagata sino al raggiungimento del Gacher Blick. Una volta raggiunto potrai ammirare la stupenda vista sul mondo alpino e gustarti l’impressionante panorama sulla sottostante gola Judenklamm.

INDICAZIONI TECNICHE DEL PERCORSO:
Difficoltà DIFFICOLTÀ: difficile
 DISLIVELLO IN SALITA: 1052 metri
 DISLIVELLO IN DISCESA: 81 metri
 PUNTO PIÙ ELEVATO: 1864 metri
 MAX. LUNGHEZZA PERCORSO:6.5 KM
 TEMPO DI MARCIA PER LA SALITA: 3H
 PUNTO DI PARTENZA: Parcheggio Lehnbach, Mieming (gratuito)
 PUNTO FINALE: Gacher Blick (1.909 m)
 STAGIONE MIGLIORE: Da Maggio ad Ottobre

 LOCALITÀ: Mieming

Mieminger – I migliori percorsi di trekking ad Innsbruck – copyright Innsbruck.info

Le Dolomiti del Nord: il Kalkkögel.

Questo luogo è assolutamente un must se sei in cerca della bellezza più eclatante! Gli eleganti ed argentei torrioni calcarei del Kalkkögel, denominati anche Dolomiti del Nord, ne fanno un’area escursionistica di grande fascino a due passi da Innsbruck. Se cerchi relax e pace ti consiglio la Muttereralm ai piedi dello splendido massiccio del Kalkkögel.

  • Giro delle Malghe:  Birgitzköpflhaus – Muttereralm – Götzner Alm – Birgitzeralm

Il percorso è adatto alle famiglie, si estende nell’area escursionistica dell’Axamer Lizum con una splendida vista sul massiccio del Kalkkögel, la valle dell’Inntal e la catena della Nordkette. Risalita con 2 possibilità.

Dal parcheggio Axamer Lizum avviarsi in direzione della stazione a valle della seggiovia Birgitzköpfllift e camminare fino alla barriera paravalanghe. Da qui parte, sulla sinistra, un sentiero in salita piuttosto ripido che porta fino al Birgitzköpflhaus (tempo stimato di cammino ca. 1,25 ore; 460 m di dislivello). Sul lato destro, sotto la Zwölferspitze e la Pfriemeswand, un sentiero scende verso la malga Muttereralm (tempo stimato di cammino ca. 45 min; 429 m. di dislivello). Se l’ammaliante panorama non spegnerà ogni tuo desiderio di continuare puoi proseguire verso la Götzner Alm (tempo stimato di cammino ca. 30 min; 66 m. di dislivello) e alla Birgitzeralm (tempo stimato di cammino ca. 45 min; 266 m. di dislivello) seguendo le indicazioni.

INDICAZIONI TECNICHE DEL PERCORSO

Difficoltà DIFFICOLTÀ: medio
DISLIVELLO IN SALITA: 894 metri
 PUNTO PIÙ ELEVATO: 2021 metri
 MAX. LUNGHEZZA PERCORSO: 11.4 KM
 TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA: 3H 30MIN
 PUNTO DI PARTENZA: Axamer Lizum
 PUNTO FINALE: Birgitzer Alm
 STAGIONE MIGLIORE: Sommer
 LOCALITÀ: Axams – Axamer Lizum

 CARATTERISTICHE DEL TERRENO: Sentiero boschivo, campestre

Kalkkogel – I migliori percorsi di trekking ad Innsbruck – copyright Innsbruck.info

Le Alpi di Sellraintal e dello Stubai.

Chiudo questa raccolta di percorsi da non perdere ad Innsbruck con il più bello ed estremo dei paesaggi.

Qui meravigliosi luoghi intatti di alta montagna rendono l’area escursionistica della Sellraintal e delle Alpi dello Stubai semplicemente indimenticabili.

Questa e la patria di appassionati di alpinismo ben allenati, con innumerevoli percorsi, anche molto impegnativi, sarai condotto presso alcune località che sono state insignite del titolo di “Villaggi degli alpinisti”. Ecco il percorso che ti propongo:

  • Sellrain – Gasse – St Quirin – Tauegert – Sellrain.

Un percorso di semplice percorrenza ma di eccezionale effetto, adatto a tutti ed indicato per chi cerca l’autenticità dei luoghi alpini. L’aria pura e le specialità tipiche gastronomiche faranno germinare in te il desiderio di dedicarti ad una vita da allevatore, che tanto desideravi. Non vorrai più scendere a valle. E’ inoltre punto di partenza per escursioni lunghe diversi giorni a stretto contatto con la natura e gli animali di queste zone.

Difficoltà DIFFICOLTÀ: facile
 DISLIVELLO IN SALITA: 449 metri
 PUNTO PIÙ ELEVATO: 1267 metri
 MAX. LUNGHEZZA PERCORSO: 6.8 KM
 TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA: 2H 30MIN
 PUNTO DI PARTENZA: Parkplatz Sellrain Gemeindeamt (gebührenfrei)
 PUNTO FINALE: Parkplatz Sellrain Gemeindeamt (gebührenfrei)

 LOCALITÀ: Gries im Sellrain

Sellraintal – I migliori percorsi di trekking ad Innsbruck – copyright Innsbruck.info

Non ti resta che fare lo zaino, inforcare i bastoni da trekking e scegliere il percorso che preferisci.

Buon cammino!
Autore

Liz, un cuore zingaro ed un’anima zen. Vagabondo nel Mondo da anni in cerca dell’autenticità dei luoghi e dei popoli, ma nonostante tutto amo la mia calda Puglia. Web writer, storyteller, operatrice dei servizi turistici. Viaggio con Marcello, compagno d'avventure, e la piccola India, nostra figlia.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline