Ero piccola, davvero piccola, e già ne conoscevo la sua terra.

La sua storia, la sua posizione geografica, il suo mare, ne conoscevo pregi e difetti.

Parlo di Metaponto, un borgo di circa mille abitanti in provincia di Matera.

Fino a che i miei genitori non han deciso di comprare una casa lì, ed io ogni anno non posso far a meno di trascorrere qualche giornata tra reperti greci ed i loro dintorni, disseminando bandierine dei posti del cuore anche qui.

Difatti per molti Metaponto costituisce solo una tranquilla località balneare in Basilicata sita sulla costa jonica, ignorando la sua grandiosa storia: questa terra, per quanto adesso appaia così arida e disservita, un tempo fu la culla indiscussa della Magna Grecia.

In questo post voglio darvi qualche informazione utile consigliandovi cosa vedere e cosa fare a Metaponto, che abbiate un giorno o più giorni.

Templio di Hera – Cosa vedere a Metaponto, Basilicata

Metaponto: un po’ di storia.

Ci sarebbe da raccontare tanta, tantissima storia.

Brevemente, vi racconto che Metaponto fu fondata dai coloni greci dell’Acaia nel settimo secolo a.C., divenendo una delle città più ricche e fiorenti della Magna Grecia, soprattutto grazie alla terra fertile che rendeva ricco il raccolto (sulle monete antiche è spesso raffigurata la spiga di grano, simbolo del raccolto). Altre leggende abbinano la nascita di Metaponto a Nestore, l’eroe greco che combatté a Troia.

Tanti personaggi noti son passati da questa terra. A partire da Pitagora, che nel 409 a.C. qui fondò una delle sue scuole; Annibale, grande condottiero cartaginese; Spartaco, il gladiatore che guidò la rivolta degli schiavi nella terza guerra servile affrontata da Roma.

Oggigiorno Metaponto si suddivide in Metaponto Borgo, l’anima vera e propria del paese, con circa mille abitanti, e Metaponto Lido, fiorente stazione balneare dove prendon vita molti villaggi e campeggi. E’ frazione del comune di Bernalda.

Per la ricchezza storico culturale che vanta Metaponto, si sta pensando di creare un’università che avrà probabilmente sede nel Castello medievale di Torremare, con le facoltà di conservazione dei beni artistici e archeologici ed una scuola internazionale di cinema diretta da Francis Coppola, di origine bernaldese.

Parco Archeologico – Cosa vedere a Metaponto, Basilicata

Metaponto: cosa vedere e cosa fare?

  • Area archeologica di Metaponto. Vi suggerisco di non perdervi assolutamente la storia che abbraccia e che segna da secoli Metaponto. L’area archeologica di Metaponto è distribuita nel territorio. Fate un giro al Parco Archeologico (a nord del centro urbano) che ospita i resti della polis greca fondata dagli Achei nel settimo secolo a.C.; recatevi poi al templio di Hera (o Tavole Palatine), risalente circa al 570 a.C., divenuto il simbolo di Metaponto; addentratevi nel museo archeologico a Metaponto Borgo e nelle necropoli sparse per la città.

  • Riserva Naturale di Metaponto. Si tratta di una zona appartenente alla macchia mediterranea, uno dei principali ecosistemi mediterranei, dichiarata protetta nel 1972. Tra le varietà di vegetazione presenti in questa preziosa area boschiva, sita tra le foci dei due fiumi che attraversano Metaponto (Bradano e Basento), vi sono cipressi, eucalipti e pini (quello d’Aleppo e quello domestico). Lungo il percorso, spostandosi verso la costa, è possibile avvistare delle tartarughe marine di tipo Caretta Caretta.

  • Un tuffo nel mare blu. Nessuna roccia, nessuno scoglio: a Metaponto c’è solo sabbia, sabbia, sabbia. Una distesa di sabbia, ideale per i più piccoli, il fondale marino che digrada molto lentamente e l’acqua pulitissima (tanto da essersi aggiudicata in passato anche la bandiera blu). Ci sono sia molti lidi che spiagge libere.

    Cosa vedere a Metaponto, Basilicata

Metaponto: cosa fare nei dintorni?

Vi consiglio di spostarvi verso Matera per visitare la meravigliosa città dei Sassi. Dista circa trenta minuti di auto e la strada è molto comoda. A Matera potete anche divertirvi con un giro in quad nel parco rupestre.

Inoltre, ad ulteriori trenta minuti si trova Craco, la rinomata città fantasma della Basilicata di cui vi ho parlato nel post dedicato alla visita di Craco.

Anche Ginosa Marina merita una visita per una giornata al mare, o un giro in barca per poter avvistare i delfini in cattività.

Non ultima per importanza, a Ginosa vi è una gravina molto bella dove poter fare trekking.

Craco.

Buon viaggio a Metaponto!

Annalisa

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline