Malta.

Tre isole, settemila anni di storia, tre siti Patrimonio UNESCO, borghi deliziosi. Mare cristallino, temperature nordafricane, villaggi di pescatori, templi megalitici, costo della vita basso e tanto, tanto divertimento.

Sì! Mi sono realmente contraddetta.

Dopo il mio viaggio a Malta, ho capito che è bene non serbare mai più pregiudizi scaturiti dai racconti di terze persone su viaggi, e luoghi.

Mi avevano descritto Malta come una tipica destinazione da teenagers post diploma, dove ci sono solo discoteche, locali, mare, e niente più. Una di quelle mete dove ci vai solo per divertirti, per andare in vacanza. Insomma l’avevo scartata a priori.

Perché a me interessa il viaggio, non la vacanza. La storia, la cultura, le tradizioni di un luogo, il popolo. A me interessa scoprire angoli saturi di vissuto, scene di vita quotidiane, e non …andare per discoteche a bere cocktails, mangiare all inclusive e passare la giornata al mare.

Poi si fiondò ai miei occhi un’offerta Ryanair appetibilissima, frequentavo l’università, ero una fuorisede, avevo tanto tempo a disposizione e pochi euro nella tasca: scelsi di spendere dieci euro in meno per le uscite serali da matricola, investendoli piuttosto in un volo aereo.

Volevo solo prendermi un brevissimo periodo di pausa dagli esami universitari, e pensai che Malta, dai racconti che avevo sentito, sarebbe potuta essere la distrazione che cercavo.

E così fu: partii per Malta. Partii senza aspettative, con aria di sufficienza. Fu la miglior cosa: quando toccai con mano la realtà, fu tutta un’altra storia. Altro che divertimento, distrazione e svago, io qui ci ho trovato storia, cultura, tradizione, e bellezza. Altro che aria di sufficienza: a me, è rimasta nel cuore.

In questo post voglio consigliarvi cosa non dovete assolutamente perdervi a Malta. Pronti?

Cosa vedere a Malta – Marsaxlokk
Cosa vedere a Malta – Marsaxlokk
Cosa vedere a Malta – Panorama da Mdina

Da sapere prima di partire a Malta.

Una curiosità: il nome Malta proviene dagli antichi Greci che, per la presenza di api autoctone che producevano miele sull’isola, la chiamarono “Melite”, ossia miele.

Geograficamente, Malta si trova a novanta chilometri dalla Sicilia e a circa duecento chilometri dalle coste tunisine. E’ costituita da tre isole abitate, ossia Malta, Gozo e Comino, e da altre isolette minori non abitate.

La lingua ufficiale è il maltese, lingua semitica che ha forti legami con la lingua siciliana e la lingua araba. Essendo stata colonia britannica, a Malta si parla anche inglese. Troverete difatti, le famose cabine telefoniche rosse, tipiche inglesi, e anche le prese di corrente inglesi!

Malta fa parte dell’UE, quindi per l’ingresso è necessaria solo la carta d’identità. La moneta è l’Euro.

Cosa vedere a Malta – Dettagli di Mdina
Cosa vedere a Malta – Le acque cristalline di Comino

La Valletta, capitale di Malta.

Nonostante sia la capitale, è facilmente visitabile in una giornata. Ci sono anche molti tour a piedi organizzati, della durata di tre ore. La Valletta è una città-fortezza, protetta da bastioni a picco sul mare.

Lasciatevi inebriare l’anima dalla bellezza dei suoi vicoli, dei suoi edifici, delle sue architetture, a tratti raffinate e variopinte, a tratti decadenti. Il centro storico di La Valletta è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, ed è culla di musei, giardini, teatri ed edifici importanti. Di particolare rilievo, la Concattedrale di San Giovanni (con due dipinti di Caravaggio!), il Nuovo Parlamento, il teatro Manoel, gli Upper Barakka Gardens da cui godere di uno splendido panorama sulle Tre Città (fate una passeggiata anche qui: Vittoriosa, Senglea e Cospicua!).

Per lo shopping invece, prediligete Republic Street.

Fate caso alle gallarijas, le finestre colorate che puntellano la capitale: non sono simpatiche? Un tempo, le donne potevano lavorare osservando la città dall’interno delle proprie abitazioni.

Cosa vedere a Malta – La Valletta
Cosa vedere a Malta – La Valletta
Cosa vedere a Malta – La Valletta

Mdina e Rabat a Malta.

Mdina è la vecchia capitale di Malta. Una bolla atemporale a sé stante, antica di quattromila anni, che si erge su una collina a duecento metri sul livello del mare. Vi si accede tramite due porte, la Greek’s Gate e la Main Gate. Un tempo, qui ci abitavano i nobili maltesi, difatti è puntellata da corti e palazzi nobiliari dalle sontuose architetture.

E’ conosciuta anche come “la città silente”. Con il suo barocco conclamato, Mdina ha tutta l’aria di somigliare a quei borghi sperduti del Salento (mi ricordava un po’ Acaya). Qui ho respirato quiete, pace, silenzio. I vicoli in fiore sono colorati, puliti e ben tenuti. Visitatela di mattina, magari verso le otto, quando la calca dei turisti non la prende d’assalto.

Da vedere qui, la Cattedrale di San Paolo (la più antica chiesa di Malta), la roccaforte dei cavalieri maltesi da cui godere di un bellissimo panorama, il Museo degli Orrori.

Nelle immediate vicinanze di Mdina c’è Rabat (avete visto Munich di Steven Spielberg?), un grazioso borgo che ospita i conventi di frati Agostiniani, Francescani e Domenicani. A Rabat potete visitare anche la Domus Romana (una villa romana trasformata in un museo) e le Catacombe di San Paolo: si narra che il santo si rifugiò qui dopo un naufragio nel 60 dC.

Cosa vedere a Malta – Mdina
Cosa vedere a Malta – Panorama da Mdina
Cosa vedere a Malta – Uno dei palazzi nobiliari, Mdina
Cosa vedere a Malta – Mdina
Cosa vedere a Malta – Mdina

Marsaxlokk, il villaggio dei pescatori di Malta.

Pittoresco, variopinto e autentico: Marsaxlokk è il villaggio di pescatori che fa impazzire i malati di Instagram. Passeggiando qui ho conosciuto i luzzi, le famose barchette colorate ormai simbolo di Malta: sapevate che hanno derivazioni… fenicie?

Ne ho anche approfittato per mangiare pesce freschissimo al mercato ittico lì vicino, osservando le tipiche case maltesi affacciate sul porticciolo. Mi sentivo una vera local.

Templi megalitici di Malta: Hagar Qim e Mnajdra e l’ipogeo Hal Saflieni.

Quando vi ho scritto che Malta è storia, non scherzavo mica. Sapevate che Malta custodisce due templi che sono più antichi delle piramidi egiziane e di Stonehenge? Sono, addirittura, i templi più antichi al Mondo. Hagar Qim e Mnajdra sono datati in un periodo che va dal 3000 al 2000 avanti Cristo.

Si trovano su una scogliera, molto vicini l’uno all’altro, nella zona di Qrendi. E sono lì, a testimoniare millenni di vita vissuta. Tanto da esser stati dichiarati patrimonio dell’Umanità UNESCO. [Il biglietto costa dieci euro e comprende la visita di entrambi i templi; aperti tutti i giorni dalle 9 alle 17, l’ultimo ingresso è alle ore 16.30]. Ci sono anche escursioni private prenotabili online che in giornata vi faranno scoprire entrambi i templi con prelievo dal vostro hotel.

L’ipogeo Hal Saflieni invece si trova in zona Paola, è un tempio sotterraneo risalente al 3600 aC, dichiarato anch’esso Patrimonio dell’Umanità UNESCO e ha ben tre piani sottoterra! E’ spettacolare. Se siete amanti dell’archeologia impazzirete letteralmente. [Il biglietto costa venti euro; aperto tutti i giorni].

Cosa vedere a Malta – Marsaxlokk
Cosa vedere a Malta – Marsaxlokk
Cosa vedere a Malta – templio megalitico

Divertimento a Malta: Paceville, Sliema, St. Julian’s Bay.

Eccoci alla parte più dinamica, giovanile e movimentata di Malta.

Queste tre zone pullulano di locali, cocktail bar, discoteche, club, casinò, centri commerciali, ristoranti, che amerete se vi piace vivere la movida di un luogo. Qui, soprattutto nelle notti d’estate, c’è tanta folla, tanta musica e… tanto casino!

Popeye Village, uno scorcio da cartolina a Malta.

Vi scapperà un sorriso ma è proprio così: nella baia di Anchor si trova il villaggio di Braccio di Ferro! Il villaggio è stato costruito come set cinematografico per il film Popeye della Disney, e ad oggi è un pittoresco e divertente parco tematico che attira migliaia di turisti l’anno. Se avete dei bambini, entrateci e divertitevi insieme tra le casette di legno. Altrimenti, la visita da fuori vale la pena per rubare degli scatti originali e colorati.

[Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19. Il biglietto costa 10 euro per gli adulti, gratuito per i bambini.]

Cosa vedere a Malta – Popeye Village

Paradisi di Malta: le isole di Comino e Gozo.

Le isole di Comino e di Gozo si raggiungono in barca con escursioni private.

L’isola di Comino è rinomatissima per la sua Laguna Blu. Sabbia bianca, acqua cristallina azzurrissima, spiagge brulle. Io ho anche raggiunto a nuoto Cominotto, l’isola di fronte, che è piccolina e visitabile a piedi. E’ un luogo paradisiaco, peccato per il troppo turismo di massa che la affolla soprattutto d’estate. Se ci andate in bassa stagione, ve la consiglio vivamente: ne rimarrete estasiati. Una curiosità: qui ci vivono solo quattro persone!

L’isola di Gozo è chiamata anche isola di Calipso perché si pensa custodisca la grotta Ogigia narrata da Omero nell’Odissea, dove si pensa che per amore, la ninfa Calipso tenne prigioniero Ulisse per sette anni. Gozo è popolata, Victoria (o Rabat, da non confondere con Rabat di Malta!) è la capitale dove potrete perdervi per una passeggiata. Gozo, ugualmente a Comino, ha scorci paradisiaci, e spiagge quasi caraibiche. A It-Tokk potrete vivere la vita di città, passeggiando nel mercato o semplicemente osservando le scene di vita quotidiana della piazza centrale.

Cosa vedere a Malta – Comino
Cosa vedere a Malta – Comino
Cosa vedere a Malta – Comino

Cosa mangiare a Malta?

Sicuramente i Pastizzi : sono tortini salati ripieni con piselli e ricotta che costano davvero pochi centesimi. Ottimi come spuntino in qualsiasi momento della giornata, li trovate in vendita ovunque! Vi consiglio anche la ftira, il pane tipico maltese cotto nel forno a legna, con il Gbejna spalmatoci su, il tipico formaggio di pecora maltese.

Anche il pesce, ovviamente, qui non manca. Se amate le zuppe, assaggiate l’Aljotta : una zuppa di pesce condita con pomodori e tanto aglio. Se invece volete gustare il pesce vero e proprio, il lampuki  fa per voi, è un pesce che si pesca per tre mesi l’anno e viene condito con capperi e cipolla. Per gli amanti della carne, a Malta si mangia tanto coniglio (feneki ): io non l’ho assaggiato, non ne amo il sapore.

Annalisa.

6 Comments

  1. Vado spesso a Malta per lavoro e la trovo sempre molto solare ed accogliente. Quando c’ero andata da teenagers l’avevo vista con quel velo di divertimento adolescenziale 🙂 feste su feste!

  2. Mi ha senpre intrigato Malta. Soprattutto Gozo. Sono località che voglio assolutamente vivermi. Spero di riuscire ad organizzare al più presto un viaggetto li!

  3. Sto pensando di andare a Malta a Maggio e non vedo l’ora perché sono curiosa di vedere che effetto mi farà a 41 anni. Sono stata lì davvero moltissimo tempo fa e ne sono rimasta innamorata. Chissà ora.

  4. Ho letto volentieri questo post perché è da un po’ che mi frulla per la testa l’idea di passare qualche giorno a Malta. Eppure in tanti mi dicono che non è niente di speciale ma io non ci credo e voglio andare a vedere con i miei occhi. Le tue foto e le tue parole mi hanno convinta!

  5. Malta è una meta che mi attira molto, mi piacerebbe dedicarle 4-5 giorni in primavera… incrociamo le dita!

  6. Leggendo il tuo post e guardando le tue foto avrei voluto essere lì, visitare e fotografare le stesse cose. Non so se riuscirò a programmare un viaggio a Malta a breve, ma farò di tutto perché succeda.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline