Prima tappa del nostro viaggio in Slovenia è stata Bled,

un delizioso paesotto incastonato tra le Alpi Giulie nella regione dell’Alta Carniola di cui vi parlavo più approfonditamente nel post dedicato a cosa vedere a Bled.

E passeggiando sulle quiete rive del lago, io e Marcello ci siam incuriositi guardando un’invitante immagine di un dolce che ricorreva sempre nelle vetrine dei bar, delle pasticcerie, dei ristoranti, dei manifesti pubblicitari.

Si tratta della Cremna Rezina, meglio italianamente conosciuta come millefoglie.

Ma c’è di più: quella che in Italia ha le sembianze di una millefoglie ha origini proprio slovene, e più precisamente la ricetta è stata inventata proprio dal direttore dell’Hotel Park (l’hotel in cui alloggiavamo!) nel 1953.

Da quel tempo, la pasticceria dell’Hotel Park non ha mai smesso di deliziare i palati dei viaggiatori con questa torta, e soprattutto di distribuirla a tutti i locali, pub, bar e ristoranti di Bled che la rivendono. In oltre sessant’anni, i maestri pasticceri hanno preparato e venduto circa quattordici milioni di millefoglie!

Gran parte della produzione della Blejska Cremna Rezina viene degustata dai viaggiatori “in casa”, al Kavarna Park Cafè proprio di fronte l’hotel, sulle sponde del lago, in una terrazza panoramica con i fiocchi.

E’ proprio lì che siamo andati a sederci per degustarla, presi dalla curiosità, e per godere del panorama sul lago.

Panorama sul Lago – L’originale Cream Cake di Bled

La Blejska Cremna Rezina differisce dalla millefoglie semplice perché segue la regola del 7: i pasticceri impastano la pasta sfoglia o la pasta al burro, la piegano sette volte e la fanno cucinare.

La crema, una volta preparata, viene fatta bollire per esattamente sette minuti, mescolata agli albumi montati a neve, versata sul primo strato di pasta sfoglia, fatta raffreddare e ricoperta dapprima con la panna montata e poi con un altro strato di pasta sfoglia.

La cosa più buffa?

La Cremna Rezina viene tagliata in perfetti quadratoni da 7 x 7 x 7 centimetri!

Seduti al Kavarna Park Cafè ci siamo leccati i baffi!

La sfoglia è molto leggera, la crema delicata e con un buon sapore.

Un’ultima curiosità: potrete riconoscere l’originale solo se, quando servita sul piatto, ondeggia!

Buon viaggio a Bled!

Annalisa

Leggi anche: itinerario di tre giorni in Slovenia, cosa vedere

Leggi anche: Lubiana, cosa vedere in poco tempo

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline