Sono capitata a Bergamo in una grigia giornata di Marzo,

sarei dovuta partire per Tirano, a bordo del Trenino Rosso del Bernina, l’indomani, ed il volo più low cost era quello che mi portava all’aeroporto di Bergamo – Orio al Serio.

Presa dalla curiosità e dalla sete di scoperta che mi perseguita in ogni dove, non ho potuto non far tappa in città, prima di ripartire. Avevo sentito parlare già di Bergamo: me l’avevano sempre descritta come una bella città, oltre che pacata, tranquilla, mai caotica.

Allora son scesa dall’autobus e con lo zaino in spalla mi sono avventurata tra i vicoli.

[Sapevi che all’aeroporto di Orio al Serio si può dormire low cost in comode capsule con WiFi? Leggi qui: ZzzleepAndGo!]

Bergamo è divisa in due parti. La sua parte più antica e caratteristica è situata sul colle, ed è chiamata Bergamo Alta. La sua parte più moderna è Bergamo Bassa, situata ai piedi del colle. Le due zone sono collegate da una funicolare o dalle scalinate chiamate scorlazzini.

Io ho preferito salire in funicolare e scendere con le scalinate, per godere del panorama sulle Alpi Orobie e sulla città: una veduta meravigliosa.

Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.

Cosa vedere a Bergamo Alta?

Bergamo Alta, nell’era rinascimentale, era teatro di un viavai di artisti rinomati, tra cui Tiepolo, Lotto, Moroni, Ghislandi. Ad oggi, conserva ancora quell’aria regale e poetica, ospitando una delle più prestigiose università d’Italia e svariati eventi culturali di grande calibro.

  • Le Mura. Il borgo antico della città alta è completamente e ancora cinto da mura, proprio come il centro storico di Lucca. Le mura sono risalenti agli inizi del 1500, edificate dai veneziani; attualmente sono dichiarate dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

  • Le Porte. Le mura si sviluppano per circa cinque chilometri e presentano quattro porte: Porta S. Agostino, Porta Garibaldi, Porta S. Giacomo e Porta S. Alessandro. Avventuratevi nelle stradine medioevali e nei vicoli che si diramano da ognuna di queste porte: scoverete scorci molto eleganti e signorili, fino ad arrivare a Piazza Vecchia.

  • Piazza Vecchia è la piazza principale del centro storico. Risale agli inizi del Quattrocento ed è il fulcro della vita della città alta. Qui, nel loro modesto sfarzo rinascimentale, si ergono edifici importanti come il Palazzo della Ragione, la Fontana Contarini, la Biblioteca Civica, il Palazzo Nuovo e la Torre Civica.

  • Piazza del Duomo si trova esattamente dietro Piazza Vecchia. Qui si ergono, maestose, la Cattedrale di Sant’Alessandro, risalente al XVIII secolo, tipico esempio di architettura barocca; la Basilica di Santa Maria Maggiore, risalente al XII secolo, ove risiedono le spoglie del compositore bergamasco Donizetti; il Battistero e la Cappella Colleoni.

  • Il Castello di San Vigilio. Si tratta di un castello risalente al VI secolo, situato a circa 500 metri sul livello del mare, nella parte settentrionale di Bergamo Alta, dal quale è possibile godere di una vista superlativa e privilegiata sulle Alpi Orobie. Anticamente era utilizzata per difendere e controllare la città. Andateci al tramonto: non ve ne pentirete.

    Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.
    Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.

    Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.

Cosa vedere a Bergamo Bassa?

Bergamo Bassa è la parte più moderna e nuova della città, ma alquanto caratteristica e bella. Sede della vita commerciale del paese, ma anche di eventi e concerti che animano le serate.

  • Il Sentierone, o meglio Via XX Settembre, è la strada principale adornata da portici e viali alberati, dove troverete caffè, ristorantini, negozi di tutti i tipi, giardini, chiese e palazzi che abbracciano differenti stili architettonici.

  • Il Teatro Donizetti si trova proprio sul Sentierone, risale al XIX secolo ed è il fulcro della vita culturale di Bergamo Bassa, con una programmazione stagionale delle opere e della lirica.

  • Musei. Per gli amanti dei musei, Bergamo Bassa offre tre opportunità. La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea è gratuita ed ospita lavori di grandi artisti quali De Chirico, Kandisky, Morandi, Boccioni etc. La Galleria dell’Accademia Carrara, nella omonima piazza, ospita oltre duemila dipinti, stampe, porcellane, sculture, mobili, e grandi nomi come Tiepolo, Botticelli, Lotto, Mantegna, Raffaello. Per gli appassionati, Bergamo offre anche il Museo della Scienza ed il Museo Archeologico.

    Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.
    Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.

    Bergamo: cosa vedere nella signorile città Orobica.

E nei dintorni?

Per esperienza personale, posso consigliarvi queste mete, comodamente raggiungibili in treno o in autobus a poca distanza da Bergamo:

  • Il Trenino Rosso del Bernina, con partenza da Tirano;

  • Una visita a Lugano in giornata;

  • Un giro sul Treno dei Sapori, al Lago d’Iseo;

  • Una passeggiata nella meravigliosa Sirmione, sul Lago di Garda.

Buona scoperta!

Annalisa.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline