[Questo è un post personale ed impersonale. Personale perché inizialmente raccoglie alcuni raccontini della mia vita privata in questa meravigliosa città che ho nel cuore e avrò per sempre. Impersonale perché giù di lì troverete un bel tour su cosa vedere a Bari, che abbiate poco o molto tempo.]

 

Di ritorno da uno dei miei ultimi e frequenti viaggi.

Quasi la fine del volo.

Contemplo l’oblò dell’aereo, mi affaccio a testa in giù – un rito per me, un gesto sacro e ripetuto.

Pronta, per pregustarmi l’atterraggio.

Va sempre così, quando ritorno.

Quando atterro nella mia Terra. Nella mia calda, e amata Bari.

Dopo aver assaporato la cultura, le tradizioni, i luoghi ed i costumi di un altro pezzo di Mondo, come una fagocita, e dopo aver toccato con mano l’anima velata e autentica di un’altra Terra, tornare a casa è sempre sinonimo di riordino dei pensieri.

Di assimilazione di quel che si è vissuto. Di sempre più nitida consapevolezza.

Di mancanze.

Eppure, tornare a casa e puntualmente rivedere la mia Bari da su, il suo agro, l’alternarsi discontinuo dei cromatismi della terra, a tratti arsi a tratti raggianti e ben scanditi, le distese di ulivo sconfinanti nel blu del Mediterraneo… mi riempie di gioia, di affannata gioia.

Mi sale il cuore in gola, mi sento felice. Come una bambina.

Bari non è la mia città: io abito a Giovinazzo, un bel borgo a quindici chilometri dal capoluogo Pugliese. E allora perché la chiamo la mia Bari ?

Cosa vedere a Bari, guida completa alla città
Cosa vedere a Bari, guida completa alla città
Cosa vedere a Bari, guida completa alla città

Perché Bari mi ha accolta ed inglobata nel suo viavai nervoso ma quieto all’epoca universitaria, mi ha abbracciata e consolata, mi ha fatta incazzare ma mi ha anche fatta tanto innamorare. Ero una matricola e avevo diciotto anni quando l’ho conosciuta da vicino ed ho iniziato a viverla assiduamente. Ho affittato una casa, ci ho vissuto cinque anni, ho costruito salde amicizie ed ho indelebili ricordi. Ho gironzolato per le sue mille strade e stradelle, ho guardato con Amore ogni suo vicolo. Il mio Amore segreto.

Lasciarla e ricominciare un’altra vita, in un’altra casa e con altre persone, è stato quasi traumatico.

Qualche giorno fa Bari con mia immensa gratitudine è stata nominata dalla Lonely Planet come quinta destinazione migliore d’Europa. E sicuramente questa big news avrà scaturito la curiosità di molti viaggiatori che spesso e volentieri trovano voli low cost dal prezzo accattivante, ma che si chiedono titubanti: cosa c’è da vedere a Bari ?

Bene, c’è tanto da vedere. In questo post vi spiego cosa vedere a Bari, che abbiate un solo giorno o più giorni da dedicare a Lei e ai dintorni.

Cosa vedere a Bari, guida completa alla città

Cosa vedere a Bari: Bari Vecchia e… le signore delle orecchiette!

Bari Vecchia è un must per chi visita la città per la prima volta.

Un intreccio di vicoli, stradelle, piccole e grandi piazze lastricate con il pavimento a chianche che convergono poi tutte nel centro moderno di Bari o vicino al porto.

Bari Vecchia è colorata, dispersiva, caotica, pittoresca, caratteristica. Qui tutto è bello, anche il comune fruttivendolo o il più anonimo negozio di alimentari.

Si trovano negozietti di souvenir e di ceste, locali graziosissimi, venditori ambulanti, i panni stesi che sventolano in alto da un palazzo all’altro, le tende da sole a fasce verticali che fanno molto vintage.

E dulcis in fundo: in Via Arco Basso, le famose signore anziane mostrano dinanzi alle loro case l’arte e la tradizione della preparazione delle tipiche orecchiette (localmente detti “strascnat”), dei taralli e delle squisitissime sgagliozze, che potete anche acquistare da loro.

Non potete perdervi una scena del genere, soprattutto se è a costo zero!

Cosa vedere a Bari, guida completa alla città
Cosa vedere a Bari, guida completa alla città
Cosa vedere a Bari, guida completa alla città

Cosa vedere a Bari: Basilica di San Nicola e Cattedrale di San Sabino.

La Basilica di san Nicola è meta di tanti pellegrini russi devoti al santo patrono della città, per l’appunto, San Nicola. Si trova proprio nel cuore di Bari Vecchia e costituisce il simbolo dell’architettura ridondante in Puglia, il romanico. La facciata è semplice ma spettacolare. La basilica di San Nicola rappresenta il connubio perfetto di due religioni, cristiana ed ortodossa. Ancora oggi all’interno vengono celebrate le messe di entrambe le religioni. È qui visitabile anche la cripta. All’interno della basilica sono custodite le reliquie di San Nicola, si narra che furono trasportate nel 1087 da circa sessanta marinai. La basilica è aperta dal Lunedì al Sabato dalle 7 alle 20.30, mentre la domenica fino alle 22.

La Cattedrale di San Sabino si trova sempre a Bari Vecchia, la sua architettura tipica romanica richiama molto la basilica di San Nicola. Si narra che il giorno del solstizio d’estate (21 Giugno) il Sole che filtra dal rosone centrale illumini perfettamente il rosone sul pavimento: un appuntamento imperdibile.

Cosa vedere a Bari: Castello Svevo e Bari Sotterranea.

Allo sbocco di Bari Vecchia vicino l’arco basso e le signore delle orecchiette, si erge il Castello Svevo di Bari, dapprima edificato dai Normanni e poi ricostruito da Federico II nel 1500. Presenta difatti delle somiglianze con tutti i castelli federiciani della Puglia (vi ho parlato di Castel del Monte, Lucera, Barletta). Nel 1800 venne convertito prima in carcere e poi in caserma. Oggi, sono visitabili alcune stanze del Castello dove molto spesso organizzano eventi e mostre.

Proprio a partire dal Castello Svevo di Bari, la domenica alle 23 partono le visite per Bari Sotterranea tenute da esperti archeologi che percorrono le viscere della città sotto terra. La visita necessita di prenotazione e costa 15 euro.

Cosa vedere a Bari, guida completa alla città
Cosa vedere a Bari, guida completa alla città

Cosa vedere a Bari: la muraglia.

Una delle passeggiate che più preferisco a Bari.

La muraglia si protrae per un bel po’, a partire da Bari Vecchia fino ad arrivare a Piazza del Ferrarese, passando per piccole gallerie d’arte, archi e abitazioni tipiche a pianterreno corredate con vasi e piante che regalano istantanee pittoresche. La muraglia sale su ed offre al viaggiatore una visuale meravigliosa e rilassante sul porticciolo e sul lungomare.

Il punto più alto è il Fortino di Sant’Antonio.

Cosa vedere a Bari: il lungomare e… nderr a la lanz!

Uno dei più lunghi lungomare del Sud Italia!

Regale, romantico, malinconico e… riconoscibile dall’oblò dell’aereo! Il lungomare Nazario Sauro è il luogo dove abbandonarsi ad una piacevole passeggiata al tramonto o dove fare jogging. Costruzioni storiche come il Teatro Margherita, il Palazzo della Provincia e la Pinacoteca Corrado Giaquinto (al civico 27) sono piccole chicche da ammirare durante la passeggiata.

Qualcosa di molto tipico (e che i baresi amano) è il porticciolo chiamato “nderr a la lanz”, il Molo San Nicola, ossia il mercato del pesce dove pescatori e venditori ambulanti offrono quotidianamente ricci, cozze, polipi e seppioline serviti crudi con il limone da accompagnare all’immancabile birra Peroni, da degustare seduti a terra di fronte al porticciolo con i gozzi di fronte. Di sera, proprio qui troverete il bar Chiringuito, fulcro della movida barese estiva oltre alla Piazza del ferrarese, Piazza Mercantile e Corso Vittorio Emanuele.

Cosa vedere a Bari, guida completa alla città
Cosa vedere a Bari, guida completa alla città

Cosa vedere a Bari: shopping.

Vi consiglio vivamente Via Sparano, Corso Cavour, Via Argiro e tutte le strade parallele: vi si trova di tutto di più ed è praticamente il centro città, vicino a Bari Vecchia.

Cosa vedere nei dintorni di Bari?

Più in là scriverò un post con un itinerario da seguire sia in auto che in treno per scoprire i dintorni di Bari che offrono una visuale completa su tutta la Puglia! Per adesso vi lascio questi post utili di luoghi raggiungibili in pochissimo tempo alle porte di Bari:

Polignano a Mare; Monopoli; Valle d’Itria; Matera; Castel del Monte; Lecce.

Cosa vedere a Bari, guida completa alla città

Buon viaggio!

Annalisa.

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *

Inline
Inline