Autore

Annalisa De Chirico

Browsing

Una fotografia del Parlamento alla sera, quando le luci si riflettono nel Danubio, un giro al Mercato Coperto dove farsi inondare da profumi e merletti, un salto al Castello di Buda (con o senza funivia), un aperitivo in una delle vecchie fabbriche trasformate in locali, nel quartiere ebraico. Budapest è da vivere così: a piedi, senza tanti programmi, con la voglia di imbattersi in statue magiche, immergersi in rilassanti e caldissime acque (quelle delle Terme!), tra ponti, Cattedrali e Sinagoghe. La bella capitale Ungherese, definita la Parigi dell’Est , ha così ampliato gli orizzonti tanto da costituire, al venticinquesimo posto in classifica, una delle città più visitate al Mondo. Io ci sono stata due volte. Budapest non stanca mai. In questo post vi parlavo dell’itinerario che ho seguito io, includendo anche la doverosa, toccante e fugace visita al Memoriale della Shoah. Assieme allo Staff del gruppo Edizioni Appunti di Viaggio, con cui…

Un regalo, un’amica, un biglietto aereo. 48 ore a disposizione. La meta è Madrid, la caliente capitale d’España, che stranamente non ho ancora visitato. Nella mia testa festeggiamenti vari: passa qualche giorno, preparo lo zaino e mi ritrovo sull’aereo. Reduce da una variopinta ed ebbra Barcellona e da un’antica e gustosa Valencia, comincio a chiedermi cosa mi regalerà questa Madrid. Ma ancor prima, comincio a pianificare tutte le mosse giuste per potermela gustare al massimo ottimizzando i miei tempi, anzi, le mie 48 ore: mentre vi scrivo mi trovo sull’aereo del ritorno, e sono felice di comunicarvi che sì, Madrid in 48 ore è assolutamente fattibile. Svegliandovi presto e camminando per tutto il giorno (ed un po’di notte!) riuscirete a non perdere le principali attrazioni della bella capitale spagnola, dedicando anche del tempo allo svago. Scrivo di seguito l’itinerario che ho seguito io. Se avete domande, non esitate a contattarmi.~ PRIMO…

Ho iniziato a viaggiare davvero a diciott’anni. Con la curiosità di un’appena maggiorenne che conosce tre lingue, che ha studiato solo sui libri culture e tradizioni di tre Paesi Europei. Ho iniziato a viaggiare con tanta paura, di andare, andare da sola e perdermi, volendo toccare con mano tutto ciò che quelle righe descrivevano minuziosamente, volendo con prepotenza conoscere di persona quelli che per me erano solo “posti” che mi sembravano così impossibili da raggiungere e lontani. E così è stato. Prima Monaco di Baviera, poi Londra, poi Parigi. E poi non mi son più fermata, ricadevo nella sana follia di andare, conoscere, vivere, e ho scoperto l’Europa. Qui vi racconto un po’ della mia storia. Giocherellando con la cartina geografica del Mondo, poi, ho iniziato a non bastarmi. Vanno bene i voli low cost per l’Europa, gli on the road con i treni, le dormite condivise in ostello. Ma avevo proprio…

Nell’Europa Sud-Orientale, tra il bacino del Mar Nero ed il Mar Mediterraneo, si estende un Paese che, aldilà degli effimeri pregiudizi sociali, trasuda storia, arte e cultura: parlo della Romania. Una terra gremita di rovine, chiese, città Medievali, capolavori architettonici e antiche fortezze che le conferiscono un’atmosfera cavalleresca e senza tempo. La Romania cela luoghi misteriosi e carichi di storia, tanto che alcune delle migliori destinazioni sono state scelte dall’Unesco e sono state inserite nella lista dei siti del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Con più di venticinque gemme architettoniche splendidamente conservate (e restaurate), un viaggio in questa ricca terra sazierà sicuramente lo storico che è in voi. È per questo che ho scelto di viaggiare on the road con i treni per la Romania, e ne sono stata piacevolmente sorpresa e appagata. Vi riporto un elenco di alcuni siti riconosciuti dall’UNESCO che non dovete assolutamente perdervi. Monastero di Horezu. Capolavoro dell’architettura Brancovenesti, il…

E che Thailandia sia. E’ difficile buttar giù delle righe che non celino emozione ed annessa commozione, quando il fulcro di queste è proprio la Thailandia. Terra dagli incommensurabili valori, Terra del Sorriso. Terra protagonista di un’antitesi perfetta tra paesaggi e sensazioni. Sì, un’antitesi perfetta: mi piace ripeterlo, e mi piace anche spiegare il motivo del mio pensiero. Il viaggio è la mia linfa vitale, ed il mio blog è lo specchio di ciò che la mia anima prova quando sono in viaggio. Ne scaturiscono solo sensazioni positive, mai spiacevoli o riluttanti. Ma parlare della Thailandia in questo modo, senza sviscerare il suo lato oscuro, sarebbe puro sofismo. Ed ecco il motivo di questo mio post: luci ed ombre. Ho deciso di parlarvi della Thailandia più vera e infima. Prendiamo Bangkok, ad esempio. Bangkok ha la capacità di catapultarti rigorosamente in un circolo vizioso. La prima impressione è logorante. Enormi strade…

Mi compiace, e quasi mi diverte, la storia che sto per raccontarvi. Tempo fa, nei miei anni universitari, avevo un’amica francese, che studiava architettura nella sua bella Lione. Per anni mi aveva parlato dei suoi studi, così intensi e ardui, dei suoi esami, della carriera universitaria. Un giorno, poi, con mio grande stupore, mi parlò dei Trulli. Esatto: proprio dei Trulli, queste strane e buffe costruzioni dal fascino esoterico che da secoli costellano lo sconfinato verde cangiante della bucolica Valle d’Itria. Nella sua università, i Trulli di Puglia sono stati oggetto di studio, e l’hanno così tanto incuriosita che lei, Stephanie, non vedeva l’ora di toccarli con mano. Il giorno in cui visitò Alberobello ed il suo agro, rimase basita, stupefatta, interdetta: immaginate che stranezza, per una studentessa di architettura, guardare quelle insolite costruzioni di pietra per la prima volta. E immaginate che gratificazione, per una spassionata amante (oltre che…

Prendi uno zaino 40LT, prendi un amico di vecchia data, prendi tutti i buoni consigli di chi c’è già stato. Prendi un volo low cost, un’immagine di un luogo bellissimo che ti è capitato di guardare per caso e di cui ti sei letteralmente innamorato sin da piccolo. Prendi le tue ferie estive. E poi prendi mappa, penna, sito della ferrovia norvegese, una buona Lonely Planet e qualche ostello per backpackers a prezzo stracciato. Un KWAY, una macchina fotografica, un paio scarpe da trekking e via: on the road, per la tanto agognata NORVEGIA. Questo è il racconto dei nostri giorni trascorsi attraversando il magico Paese dei Fiordi, con il nostro zaino in spalla, in preda ad un sogno da realizzare. Un sogno chiamato TROLLTUNGA. Perché, citando il famoso film Blow, 《sarebbe da stupidi, passare una vita intera a desiderare qualcosa senza mai agire》. Ma cosa è Trolltunga? Si tratta della…

Al di fuori delle linee grossolane del turismo di massa di Puglia, vi è la Daunia, una terra verde che abbraccia il Tavoliere delle Puglie, il Subappennino Dauno ed il Gargano. Sconosciuta agli occhi di tanti (pugliesi compresi), insolita per molti che preferiscono il mare e la salsedine, intrigante per i più curiosi. Ho volutamente scelto questa terra per il mio week-end da raccontarvi. Mi sono documentata un po’, ho letto tanto, scoprendo che la Daunia si fa scrigno indiscusso di alcune perle di Puglia rimaste quasi indenni negli anni. E scopro l’antica Lucera. Approfondisco: si tratta di uno dei Borghi Autentici d’Italia; fa parte delle Associazioni delle Vie Francigene d’Italia; il suo territorio è incluso nel percorso enogastronomico Strada dei Vini DOC della Daunia. E’ abbracciata da tre colli: il Monte Albano, il Monte Belvedere ed il Monte Sacro che domina dall’alto. E immagino: dolci colline e armoniose pianure, campi incolti frammisti alla neve sui monti, le pale eoliche accompagnate dal…

E’ un racconto di luoghi e di memorie, di pietre, di case bianche in calce, di palazzi gentilizi, di vicoli e di chiese, che emergono dal silenzio dei secoli e diventano di nuovo vivi per accompagnare il visitatore alla scoperta della nostra terra. Ci appare così, come in un flash d’autore, Bovino, uno dei “borghi più belli d’Italia” e bandiera arancione del Touring Club Italiano, un marchio di qualità in materia di turismo e ambiente. Arroccata a 647 metri di altitudine, domina il Tavoliere delle Puglie con le sue compatte e suggestive architetture che sanno di storia e di fede antica. Uno dei monumenti più importanti di Bovino è il Castello Ducale, custode e testimone delle millenarie vicende della cittadina oltre a costituire uno dei complessi storici più interessanti per la sua mole, per la sua posizione dominante e per la torre normanna. Fu costruito nel 1045 da Drogone il…

Il cielo brucia in lontananza, le palme sembrano fiaccole fluttuanti sotto i soffi incandescenti del Sahara, le cime innevate dell’Alto Atlante sono ferme all’orizzonte, calme e sagge, come sempre e da sempre. In questo post vi parlavo delle mie impressioni durante i miei 14 giorni on the road in Marocco. Un viaggio lento, un viaggio indimenticabile, in treno. Marrakech, all’apice delle emozioni. Ogni volta che pronuncio il suo nome, il mio animo avventuriero e sognante si ridesta. Mentre scrivo, guardo fuori, e d’un tratto mi rivedo nelle sue folli strade, inebriate dal profumo dei fiori d’arancio. Quanto amo il suono del suo nome. Così esotica, così solare. Ed è così semplice il desiderio di ritornarci. Non lasciatevi contaminare dalle paure che TV e giornali trasmettono quotidianamente. Questa antichissima città è fra le poche dove mi son sentita più accolta ed al sicuro lungo i miei viaggi alla scoperta del Mondo.…