Con gli occhi incollati al finestrino e con le anime in estasi.

Dal primo all’ultimo attimo, come due bambini per la prima volta a guardar le nuvole soffici scorrere lente dall’oblò di un aereo. Così è stata per noi l’esperienza in elicottero, viaggiando da Foggia alle Isole Tremiti e sorvolando tutto il promontorio del Gargano. Abbiamo viaggiato tanto, dal più primitivo mezzo di trasporto umano, i nostri piedi, alla moderna e celere tecnologia aerea, passando per tutte le tipologie di mezzi lenti: biciclette, autobus, treni, navi veloci e traghetti lentissimi, moto, camper, e anche i furgoncini dei contadini facendo autostop nelle campagne della Galizia! Ma l’elicottero… l’elicottero proprio ci mancava.

Com’è strutturato un eliporto? Cosa si prova viaggiando in elicottero? Come avvengono la partenza e l’atterraggio? Com’è fatto un elicottero all’interno? Come funziona per i bagagli, c’è una stiva? Tutte domande che, varcando il cancello dell’eliporto, ci siam posti, e a cui non sapevamo assolutamente rispondere. Abbiamo scoperto un mondo totalmente nuovo, anch’esso sospeso tra cielo e terra, ma completamente diverso dal mondo degli aerei. L’aereo abbrevia le distanze. Catapulta in poco tempo da una realtà ad un’altra, molto spesso completamente diversa da quella del punto di partenza. Ma l’aereo non consente di somatizzare il cambiamento della terra sotto i nostri piedi che scorre, che muta, che cambia colore.

Varcato il cancello dell’eliporto di Foggia eravamo completamente ignari e all’oscuro di tutto quel che avremmo vissuto poco dopo. Ci immaginavamo già a passeggiare tra le mura delle Isole Tremiti, a tuffarci nelle acque trasparenti, a scoprirne la loro travagliata storia ammirandone scorci e panorami. Ignari che, la nostra prima volta, ci avrebbe lasciato di lì a poco un ricordo indimenticabile.

In elicottero per le Isole Tremiti, sorvolando il Gargano.
In elicottero per le Isole Tremiti, sorvolando il Gargano.

Un ricordo fatto di adrenalina e paura, di meraviglia e incanto. Dopo il decollo c’è solo da mettersi comodi e da godersi lo spettacolo. Di un Gargano che muta costantemente, nella forma, nei colori, nella vegetazione. Se avete voglia di scoprire davvero questa fetta di Puglia, non esitate a volare.

Volare su estesi campi di grano color oro che si alternano al verde brillante e all’arso scuro della terra; le pale eoliche si lasciano accarezzare dal loro amico vento. Pianure e colline si sposano armonicamente in un abbraccio senza fine. Boschi fitti e dalla lussureggiante vegetazione si succedono alla grigia pietra delle gravine e ad antiche masserie abbandonate. Le piccole strade s’inerpicano in un saliscendi tra le valli che quasi non disturba la veduta. Venti minuti di meravigliosa e selvaggia Macchia Mediterranea in continua metamorfosi. Poi i colori cambiano ancora, le acque blu dei laghi di Lesina e Varano si fanno dolcemente spazio, separano la terraferma dal mare, sconfinando nelle placide e azzurre acque marine (guardate la foto in copertina!). E ammirando la frastagliata costa garganica che scivola via, lentamente il mare si fa protagonista di questo grande spettacolo, prima di mostrare con vanto le preziose coste che bagna ed infrange.

In lontananza s’intravede l’arcipelago delle isole Tremiti, poi l’elicottero vira e ne lascia ammirare la loro forma, le dimensioni, i colori, le poche costruzioni, ed è facile elaborare già una prima impressione: che isole selvagge, che isole fortunate. Con il cuore carico di emozione, ci godiamo l’atterraggio e siamo pronti per una nuova avventura, per una nuova scoperta.

Panorama sulle isole Tremiti ~ In elicottero per le Isole Tremiti, sorvolando il Gargano
Panorama sulle isole Tremiti ~ In elicottero per le Isole Tremiti, sorvolando il Gargano

Qualche informazione utile.

La società che eroga il servizio eliportuale è l’Alidaunia, che dal 1985 garantisce il trasporto da Foggia alle Isole Tremiti e viceversa. Nelle giornate di Lunedì e Venerdì, e nel periodo estivo anche nelle giornate di Sabato e Domenica gli elicotteri effettuano scalo anche all’eliporto di Vieste, da cui si può eventualmente partire. Informazioni su orari, tratte, tariffe e prenotazioni le trovate sul sito ufficiale della società. Le tariffe sono molto convenienti, variano a seconda dell’alta o della bassa stagione, e partono da € 28,60 a tratta a persona. Il viaggio dura circa trenta minuti.

L’eliporto di Foggia si trova sulla strada S.S. 673, Km 19. All’interno dell’eliporto, potete parcheggiare la vostra auto sulle strisce blu, il parcheggio è gratuito. E’ necessario presentarsi mezz’ora prima del decollo per permettere tutte le operazioni di check-in, ritiro bagagli, passaggio dal metal detector e briefing. 

Varcato l’ingresso dell’eliporto, vi accoglierà il personale di Alidaunia che vi chiederà il biglietto elettronico o cartaceo ed un documento; una volta eseguito il check-in, il personale raccoglierà le vostre valigie per imbarcarle in stiva: potete tenere con voi solo il cellulare in modalità aerea. A proposito di bagagli, potete portare con voi un borsone, un trolley o una piccola valigia delle dimensioni massime di 60x40x20 cm e del peso non superiore a 10 kg. L’eventuale borsa o zainetto saranno collocati in stiva. Dopo il passaggio dal metal detector, in sala d’attesa vi saranno forniti dei tappi per le orecchie da indossare prima del volo, e sarà proiettato un video briefing sulle misure di sicurezza per il viaggio. Dopodichè non c’è che da mettersi comodi e… godersi lo spettacolo!

In elicottero per le Isole Tremiti, sorvolando il Gargano

Speriamo che questo post possa esservi stato utile. Per leggere il racconto del nostro viaggio sulle isole Tremiti, potete cliccare qui.

Annalisa e Marcello.

[ Questo articolo è frutto di una collaborazione con Alidaunia e InfoTremiti ]

Lascia un commento

Inserisci il codice di verifica: *