Archive

giugno 2018

Browsing

In un vecchio post, vi parlavo di come l’Irlanda non abbia tradito le mie aspettative, confermandosi la Terra più verde che io abbia mai visto. Al rientro, ne scrivevo così: Dolci colline verdi che ondeggiano, che li’ che dove la Terra finisce fanno spazio all’Oceano aperto; immense praterie immacolate, distese d’erba e natura incontaminata, casette bioecologiche con il tetto tegolato ed il proprio orticello sul retro; cottage in calce bianca con le finestre minuscole ed i tetti in paglia; strade piccole che collegano i paesotti, e ai loro margini solo vegetazione lussureggiante; scogliere altissime con strapiombi vertiginosi a picco sull’Oceano; all’orizzonte solo l’infinito blu del mare; zone gremite di megaliti, castelli, monasteri o grandi magioni di campagna; e la sera l’allegria, le anime in festa, musica tradizionale suonata in “sessions” e sorrisi, e fiumi di birra. In viaggio per la tanto agognata Scozia, leggevo di miti e leggende celtiche scozzesi;…

Dolce il ricordo nel mio cor discende | del bel paese ch’oltra il mar si stende; | dove si scontran le montagne e l’onde, | dove in mezzo al calor che si diffonde, | siede tra’ gelsi Amalfi, e i bianchi piedi | nella calma del mar bagnar la vedi. – H.W. Longfellow Nei miei ricordi appare così. Una terrazza gremita di alberi di limoni, sospesa tra le sfumature d’azzurro del mare e del cielo che s’incontrano in un abbraccio infinito. Insenature, promontori, finestre con affaccio sui folti e lussureggianti Monti Lattari, che pavoneggiano ulivi, vigneti, alberi d’agrumi. Curve pericolose e divertenti, ed un costante, presuntuoso ed onnipresente invito a godere del panorama. Di questo son fatti i trenta chilometri che scorrono lungo una delle costiere più belle ed affascinanti al mondo, da Salerno alla penisola Sorrentina, a formare la divina ed inequiparabile Costiera Amalfitana, dichiarata interamente Patrimonio dell’Umanità UNESCO.…

Con i suoi quattrocentomila abitanti, Venezia, l’antica Serenissima, la Dominante, la Regina dell’Adriatico, è la città più popolosa del Veneto di cui è anche la capitale politica. Fu capitale per oltre un millennio della omonima Repubblica di Venezia ed una delle potenze marittime del millennio scorso (sia a livello nazionale che internazionale), il suo porto ancora oggi è uno dei più trafficati in Italia per il trasporto merci, rendendola ancora oggi una potenza economica. Come traffico aereo è al terzo posto nazionale mentre invece relativamente basso è il trasporto marittimo di persone, ma il numero cambia se si tratta di rotte crocieristiche e qui arriva il dato unico della città: su un parco mondiale di 282 navi da crociera ben 80 fanno scalo a Venezia e questo oltre che il record nazionale è uno dei più alti numeri a livello planetario! I suoi territori sono sia su terraferma (Mestre) che…

E’ un dato di fatto, ormai: i tempi son cambiati, si è molto più organizzati e sicuri, ragion per cui le neo-famiglie con i bambini non rinunciano di certo a viaggiare in aereo sia nei loro primi mesi di vita che durante l’infanzia, abituandoli sin da subito al viaggio in aereo. Per i bambini, il volo è sempre un’avventura emozionante e adrenalinica, se ben preparati, senza dapprima condirli con ansie e agitazioni inutili. Per i voli intercontinentali però, cambia qualcosa. I bambini sono costretti ad ore ed ore in aereo, e dopo le prime emozioni del decollo e degli occhi incollati al finestrino, iniziano ad annoiarsi attendendo il momento dell’atterraggio e dell’inizio della vacanza. La QATAR AIRWAYS , con la campagna Oryx Kids Club, ha pensato proprio ai viaggiatori più piccoli, per preservare il comfort ed il benessere fisico e mentale delle famiglie durante tutta la durata del viaggio, assicurando un’esperienza…

Da buona Pugliese residente in un piccolo borgo affacciato sul mare, sono abituata a passeggiare nei vicoli del centro storico inebriati dal profumo della brezza marina, a guardare i pescatori riparare le loro reti, a mangiare un gelato sul molo. Sono innamorata letteralmente della mia città, degli scorci che dalle mura antiche si aprono sull’orizzonte, del rumore che fa il mare, d’estate, quando è calmo, e d’inverno, quando è incazzato nero. Quando sono tornata nei paraggi del Lago di Garda, ho voluto concedermi una giornata per passeggiare a Sirmione, la “perla del Garda” che tanto Catullo adulava e cantava. Delle isole e penisole gioiello, o Sirmione, di quante ne sostiene, tra laghi risplendenti e mare aperto, l’uno e l’altro Nettuno, con che voglia, con che gioia e piacere ti rivedo! Io quasi non credevo di lasciare i campi della Tinia e di Bitinia e di poterti ammirare al sicuro. Nulla…

Oh Puglia mia, quanto sei variegata e variopinta. Di questa Terra, la mia Terra, amo incondizionatamente il suo essere versatile, il suo saper appagare qualsiasi viaggiatore, il suo saper stupire costantemente anche i suoi conterranei. Mi son promessa di scoprire e riscoprire ogni suo anfratto, ogni suo paese, ogni sua storia. Del mio Amore puro e spassionato ve ne ho parlato in questo post. Per un week-end tra relax e natura, abbiamo scelto di ritornare nella Baia di Vignanotica. Un luogo incantato, sul promontorio del Gargano. La particolarità di questo luogo è l’armonia dei colori che crea la macchia mediterranea: una spiaggia di ciottoli colorati contornata da alte falesie in calcare bianco che sprofondano nel mare cristallino del Gargano. A coronare le falesie, una folta e selvaggia vegetazione. I gabbiani, a riva, all’orizzonte, pavoneggiano la loro invidiabile libertà. Adoro ritornare in questo posto, mi sento in costante e completa armonia con…